L’errore in rassegnaI nomi accrescitivi e i falsi accrescitivi.

I nomi accrescitivi sono quei nomi alterati (cioè nomi che hanno leggermente modificato il loro significato originario tramite un suffisso) che si formano con i suffissi – one, -zone, -otto (bellon...

I nomi accrescitivi sono quei nomi alterati (cioè nomi che hanno leggermente modificato il loro significato originario tramite un suffisso) che si formano con i suffissi – one, -zone, -otto (bellone). Quando si usa un accrescitivo, bisogna prestare attenzione al nome femminile che si vuole far “accrescere”. Il nome femminile, infatti, di regola diventa maschile nella forma del suo accrescitivo (la donna, il donnone; una donna, un donnone). E, importante saperlo, ci sono certi accrescitivi che, in realtà, devono essere chiamati falsi accrescitivi. Alcuni sostantivi, infatti, pur essendo primitivi (cioè nomi che non derivano da un’altra parola) presentano i suffissi di nomi alterati: mattone, melone, burrone, lampone, bottone.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter