Pizza Connection‘Ndrangheta in Lombardia, dopo la sentenza il caos in aula

"Questa è l'Italia", "vergognatevi", "Fascisti", "mafiosi", "e voi - diretti ai giornalisti in aula - indagate sulla procura di Milano", "ladri", "Regione Lombardia, siete dei ladri, mafiosi, i maf...

“Questa è l’Italia”, “vergognatevi”, “Fascisti”, “mafiosi”, “e voi – diretti ai giornalisti in aula – indagate sulla procura di Milano”, “ladri”, “Regione Lombardia, siete dei ladri, mafiosi, i mafiosi che si costituiscono parte civile!”.

In questo audio, quello che è successo dopo la lettura del dispositivo della sentenza con cui il giudice Balzarotti dell’ottava sezione penale del tribunale di Milano ha condannato ieri 40 persone accusate di essere parte della ‘ndrangheta in Lombardia nell’ambito del processo “Infinito”.

In particolare gli imputati se la prendono con il risarcimento di un milione di euro da corrispondere a Regione Lombardia che si è costituita parte civile nel processo. Epiteti anche nei confronti dei giudici e degli investigatori che hanno svolto le indagini e poi testimoniato durante il processo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta