L’agente MormoraRima della rabbia giusta

Eppure sogno un mondo in cui le munizioni di indignazione sfoderate collettivamente siano impiegate pure nei fazzoletti di vita toccatici in sorte. Ogni volta che ci si lancia in una qualche banali...

Eppure sogno un mondo in cui le munizioni di indignazione sfoderate collettivamente siano impiegate pure nei fazzoletti di vita toccatici in sorte. Ogni volta che ci si lancia in una qualche banalissima guerra di hashtag (contro un pastificio, un cantante, un sottosegretario, un giornalista, una starlette, un troll), mi ricordo di Bruno Tognolini, della sua rima della rabbia giusta e di quanto abbia ragione.

Tu dici che la rabbia che ha ragione
È rabbia giusta e si chiama indignazione
Guardi il telegiornale
Ti arrabbi contro tutta quella gente
Ma poi cambi canale e non fai niente
Io la mia rabbia giusta
Voglio tenerla in cuore
Io voglio coltivarla come un fiore
Vedere come cresce
Cosa ne esce
Cosa fiorisce quando arriva la stagione
Vedere se diventa indignazione
E se diventa, voglio tenerla tesa
Come un’offesa
Come una brace che resta accesa in fondo
E non cambia canale
Cambia il mondo

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta