Un cortile di Milano visto con gli occhi del portiereUn giorno diverso

E’ un giorno diverso che non stavi aspettando, ma, ora che è giunto, devi viverlo e basta. Fatichi a fermare il cuore che parla senza interrompersi e non vuole saperne di fare una pausa. Le solite ...

E’ un giorno diverso che non stavi aspettando, ma, ora che è giunto, devi viverlo e basta. Fatichi a fermare il cuore che parla senza interrompersi e non vuole saperne di fare una pausa. Le solite cose che vedi ogni giorno, ruffiane, sembrano essersi messe d’accordo. Sono sempre le stesse, ma ti soffermi a guardarle con un certo stupore. Davanti ti passano tante persone, saluti e vorresti  dire: “ Guardate che io…”, ma sì, non importa, meglio i buongiorno senza aggiungere niente. Cammini, ma ovunque ritrovi l’ospite inatteso che ti ha preso i pensieri. Ritorni bambino e non è niente male fare due conti con le tue paure. Non eri preparato, non si è mai preparati per un sentimento e in fondo è giusto così. Dove sarà quel volto che ti ha confuso il cuore al quale regali, per l’emozione, più silenzi che parole. E’ un giorno diverso e mi piace molto.