#TsurezuregusaAzami di Aki Shimazaki, storia di una passione che ci ricorda che il corpo è importante.

Azami, di Aki Shimazaki (Feltrinelli, 2020)

Azami di Aki Shimazaki, storia di una passione che ci ricorda che il corpo è importante.

Può una coppia sexless essere felice? Se lo chiede la scrittrice giapponese Aki Shimazaki nell’ultimo romanzo appena pubblicato da Feltrinelli, Azami, letteralmente il fiore del cardo, con il quale inaugura una nuova avvincente pentalogia intitolata All’ombra del cardo. Shimazaki, scrittrice di origine giapponese che vive a Montréal, scrive in francese e con la serie Il peso dei segreti, pubblicato in Italia sempre da Feltrinelli nel  2016, si è aggiudicata il Prix du Gouverneur-Général 2005.

In questo romanzo il racconto dell’apparente normalità della vita quotidiana fa da sfondo alla narrazione di problematiche sociali, come quella delle coppie che non fanno più sesso. Protagonista di Azami è, infatti, una famiglia come tante, composta da padre, madre, e due figli piccoli. A narrare la storia della sua famiglia e dei suoi problemi di coppia è il padre, redattore in una rivista, il quale, per alleviare la pena della mancanza di rapporti sessuali con la moglie, frequenta pink-saloon e locali a luci rosse. L’uomo, che dice amare ancora la moglie e di non voler divorziare, sembra accontentarsi di questa situazione, fino a quando nella sua vita non fanno la comparsa due vecchi amici, ex compagni di classe. Uno di questi è l’affascinante e misteriosa Mitsuo, con la quale il protagonista consumerà una passione sopita per anni.

Se la trama è sinteticamente questa, a rendere interessante questo romanzo è la scelta di Shimazaki di impostare la prospettiva del racconto dal punto di vista maschile, dando così voce a tutta quella fetta di uomini per i quali la mancanza di vita sessuale di coppia è un problema. Problema che si traduce, come in questo caso, in un disagio taciuto o appena accennato, ma comunque in una normalità ricca di ombre e di omissioni. Come succede nel romanzo, in Giappone, può capitare che con la nascita dei figli la vita sessuale della coppia abbia un rallentamento, fino a scomparire del tutto. Di fatto, le coppie sex-free (cioè quelle coppie che non sono interessate al sesso) sono diventate un fenomeno di così vasta portata da essere oggetto di studi. Parallelamente, il calo della popolazione e delle nascite è controbilanciato da un numero sempre crescente di single e giovani disinteressati al sesso: un fenomeno che ha portato il governo giapponese a promuovere una campagna per recuperare il valore del tempo trascorso in famiglia, letto compreso.

In Azami, Shimazaki da voce a coloro per i quali la mancanza di sesso nella coppia è un problema e ci ricorda che stare insieme non sia solo dovere – nei confronti della famiglia, del lavoro, della società – ma anche piacere. In un momento storico in cui la realtà virtuale ha finito col “salvarci” a discapito di una quasi totale cancellazione della fisicità, un romanzo che racconta che tutto questo non sia che una pia illusione perché che il corpo vuole e pretende il proprio spazio e il proprio ruolo, mi pare proprio un romanzo da leggere.