BabeleMatched Betting, quando il trend delle scommesse sportive diventa business

Il Matched Betting è arrivato in Italia da pochi anni ed un sistema di guadagno relativamente poco noto. Questa tecnica – praticata da almeno 10 anni in Inghilterra – prevede il piazzamento di due scommesse opposte sullo stesso evento, con lo scopo di annullare il rischio di una singola scommessa e sviluppare un profitto con i bonus offerti dai bookmaker. Il Matched Betting consente di guadagnare online e di ottenere un profitto garantito attraverso le scommesse sportive, ma entriamo nel dettaglio e rispondiamo al quesito più comune: è illegale?

Assolutamente no. Il Matched Betting è legale e non attribuibile al gioco d’azzardo, ma riservato solo ai maggiorenni. Il profitto deriva dalle offerte di bonus del bookmaker – SNAI, Sisal, Eurobet, William Hill etc. – con lo scopo di generare il coinvolgimento dei clienti.

È importante comprendere come funziona e perché si differenzia dal gioco d’azzardo, facciamo un esempio.

I bonus citati poc’anzi vengono messi a disposizione dalle agenzie di scommesse legali. Più specificamente, trattasi di somme di denaro erogate e destinate come incentivo a scommettere, continuare a giocare e così via.

Lo schema di gioco è prevalentemente matematico e quindi abbastanza complesso, ma tutti possono accedervi e ricorrere a piattaforme esperte come ad esempio NinjaBet.it. Il Matched Betting ha generato un mercato notevole e la prima community italiana citata poc’anzi aiuta migliaia di persone a guadagnare uno stipendio ”alternativo”, inoltre NinjaBet ha amplificato lo spunto imprenditoriale. Quest’ultima, nel caso di M.B., oltre ad essere una piattaforma sicura, rende più semplici i passaggi complessi (tipo i calcoli e il piazzamento corretto delle scommesse).

Come funziona il Matched Betting?

Per comprendere pienamente il funzionamento del Matched Betting, facciamo un esempio pratico: ipotizziamo di voler scommettere su una partita di finale di Champions League, Napoli-Juventus.

Il primo step è di iscriversi a una piattaforma di betting, dove si riceverà un bonus di benvenuto, (non prelevabile) destinato alla prima puntata.

Nel caso in cui si pensasse di utilizzare il bonus in maniera tradizionale si potrà perdere la scommessa e si rischierà di non guadagnare alcun soldo. Applicando il Matched Betting, ci sarà una prima scommessa sul sito del bookmaker (chiamata Punta) sulla vittoria del Napoli e una seconda scommessa, sull’exchange (chiamata Banca) sulla vittoria della Juventus e sul pareggio (in modo da tener conto di tutti i possibili esiti del match). Una scommessa sarà vincente e l’altra perdente, così da poter sbloccare una parte del valore del bonus e garantire – ad ogni modo – un’entrata. La somma di varie scommesse – nell’arco di un mese – consentirà di raggiungere un profitto costante. In sostanza, possiamo affermare che il metodo del Matched Betting è uno stratagemma per aggirare il sistema, chiaramente legale.

Stando alla riscossione e l’importo dei bonus in concessione dai vari siti di scommesse esistono dei parametri, come ad esempio le tempistiche di erogazione.

Per ottenere guadagni importanti bisogna entrare nelle logiche di funzionamento del Matched Betting, così da acquisire più velocità e un pizzico di esperienza. Grazie anche all’aiuto delle piattaforme specializzate – come detto prima – un principiante può raggiungere un buon livello in pochissimo tempo. Il portale mette a disposizione una serie di software e algoritmi di calcolo per comprendere il funzionamento del metodo, ma soprattutto per renderlo accessibile a tutti.

Il servizio può essere testato gratuitamente e offre anche la possibilità d’incremento dei guadagni, grazie ad un sistema di affiliazione ove è prevista la ricompensa di una commissione del 40% sugli abbonamenti generati dagli utenti affiliati.

Perché è tollerato dai siti di scommesse sportive?

Ogni anno i siti di scommesse distribuiscono milioni di euro in bonus per aumentare l’engagement. Il Matched Betting – chiamato anche Mangia Bonus – non è altro che una tecnica matematica utilizzata per trasformare questi bonus in soldi reali, guadagnando fino a 500 € extra al mese – chiaramente online – lavorando comodamente da casa. Il sistema è protetto perché vengono applicate regole matematiche che cancellano al 100% tutti gli elementi rischiosi e correlati all’azzardo.

Il Matched Betting è utilizzato da migliaia di persone in tutta Italia – studenti universitari, casalinghe, lavoratori e via dicendo – unite dallo stesso scopo: avere un’entrata fissa mensile.

Coronavirus e Matched Betting: il punto della situazione

Come ben sappiamo il 2020 è stato l’anno Coronavirus: un periodo storico problematico sotto vari aspetti, tra cui la crisi economica.

Aziende, imprese e istituzioni hanno dovuto fare i conti con la realtà e con l’avvento del nuovo anno sarà difficile pensare ad una ripresa dell’economia. Ritornando a noi, dunque, in piena pandemia gli eventi sportivi sono stati bloccati, ma di conseguenza anche il Matched Betting è stato accantonato? Se si pensa allo stop di eventi e quant’altro, è intuibile anche la fermata del sistema di Matched Betting.

Ma, in realtà, non è stato così perché il Matched Betting dà la possibilità di guadagnare anche con i bonus sul casinò. Pensare che ci sia stato uno stop totale del Matched Betting è errato, perché in altri Paesi del mondo – come Russia e Ucraina – i campionati di ping pong restano comunque attivi. In questo caso il ping pong è uno sport valido a tutti gli effetti per lo sblocco dei bonus, ciò significa che gli utenti – nonostante l’emergenza sanitaria – hanno monetizzato alla grande.

Quanto si guadagna con il Matched Betting?

È chiaro che più tempo si ha a disposizione, più alto sarà il guadagno. Stando a quanto rilevato dagli utenti che si imbattono da anni in questo sistema, si possono guadagnare anche 500/600 euro al mese con 4 ore settimanali. C’è chi lo fa per hobby, chi lo fa come secondo lavoro o addirittura c’è chi pratica solo questo.

Sul forum di NinjaBet, ad esempio, ci sono alcuni utenti che guadagnano anche € 2.000 al mese facendo in termini di lavoro un vero e proprio “part-time” da casa. Secondo le analisi riportate, il 60% degli utenti riesce a guadagnare ogni mese 250 € netti, il 30% almeno 500 € al mese circa e il 10% oltre gli 800 €.

Il mondo del web è così vasto e cercare metodi sicuri per guadagnare online non è semplice, anzi molto spesso si ha a che fare con alti rischi.

Il Matched Betting, essendo un sistema non molto conosciuto, non viene preso in considerazione dal pubblico di internet. Ma la sua accessibilità e convalida rendono questo sistema l’alternativa giusta per guadagnare sempre e in tutta sicurezza. C’è da chiarire che non bisognerà pagare tasse oppure annotare le vincite nella dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda i bookmakers non autorizzati, invece, sono previste sanzioni emanate dalla legge italiana. Il mondo delle scommesse è molto simile a quello assicurativo: solo i numeri e la statistica potranno pilotare il proprio guadagno.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta