Siete voi il ventre molle dell’Occidente

Voi che pensate che il male in fondo sia comprensivo, che la soggezione al più forte verrà ricompensata con la pace e la serenità, quando invece la ricompensa - la Storia insegna - è solo giogo e altro male. Siete voi il ventre molle dell'Occidente.

Voi che spiegate in TV che tanto Putin ha già vinto e che quello che non gli diamo se lo prenderà lo stesso.

Voi che dalla vostra comfort zone al riparo dalle bombe pretendete la resa dell’Ucraina e la soggezione di una nazione, sperando così di contenere il male: il giusto sacrificio di un popolo per saziare la bestia.

Voi che pensate che il male in fondo sia comprensivo, che la soggezione al più forte verrà ricompensata con la pace e la serenità, quando invece la ricompensa – la Storia insegna – è solo giogo e altro male.

Voi che giustificate l’invasione dell’Ucraina con presunte provocazioni della Nato e non parlate delle decennali provocazioni russe sul Baltico e degli attentati di Putin sul suolo europeo.

Voi che non vedete che dal 24 febbraio 2022 c’è una sola parte giusta della Storia.

Voi che addolcite il nuovo imperialismo russo chiamandolo “fenomeno complesso”.

Voi che dite né con Putin, né con la Nato e fate finta di non vedere che la Nato non è una parte in campo e che questa è un’invasione, non una guerra.

Voi che dite né con Putin, né con la Nato e fate finta di non vedere che la Nato è solo un pretesto, perché la minaccia vera per il regime di Putin è che i russi si accorgano che in una democrazia si sta meglio.

Voi che fate finta di non sapere che la Nato ha smesso di “allargarsi” a Est nel 2004 e non ricordate in cosa fosse impegnato Putin a quel tempo.

Voi che sareste capaci di gridare allo scandalo se la Nato e l’ONU adesso dispiegassero forze di contenimento.

Voi che accusate la Nato di aver tenuto delle esercitazioni nel 2021 e non ci raccontate di quelle precedenti della Russia.

Voi per cui sarebbe l’Ucraina la nazione prevaricatrice.

Voi che non avete mai letto Anna Politkovskaja.

Voi che parlate di accerchiamento della Russia e non avete mai visto una cartina geografica.

Voi che ritenete una provocazione la visita di leader europei in Ucraina.

Voi che fate affari e clickbait rilanciando la propaganda russa.

Voi per i quali il sistema della liberal-democrazia è marcio, mentre la dittatura è salvifica.

Voi che ci spiegate che si devono “comprendere” le “ragioni” dell’invasore, pure a invasione brutalmente in corso.

Voi per cui la presa del Campidoglio se la sono cercata Obama e Biden e presto Putin verrà a liberarci tutti.

Voi che facevate accordi con il partito di Putin quando il regime già faceva imprigionare e assassinare dissidenti e giornalisti.

Voi che sperate sempre nell’uomo forte perché la libertà impone enormi responsabilità.

Voi che ve ne fregate del diritto internazionale e della rule of law.

Voi che, primi e unici in Occidente, assieme alla Corea del Nord, lo Zimbabwe e la Siria, avete riconosciuto l’annessione russa della Crimea.

Voi che non avete capito che in Ucraina è in gioco la libertà dell’Europa intera.

Voi che ammirate Putin, ma non andreste mai a vivere in Russia.

Voi.

Siete voi il ventre molle dell’Occidente.

 

 

 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter