BabeleFattura Elettronica: perché scegliere una soluzione a pagamento

Ormai è ufficiale. Dal 1° luglio 2022 anche i titolari di partita iva aderenti al regime forfettario, avranno l’obbligo di fatturazione elettronica. Unica eccezione per coloro i quali nel corso dell’anno 2021 hanno registrato un ammontare di ricavi e compensi inferiore a 25.000 euro.

Si tratta di un grande cambiamento che coinvolge centinaia di migliaia di professionisti. E se alcuni avevano già deciso, in modo facoltativo, di adottare la fatturazione elettronica, per molti si tratta di un cambiamento totale.

Ad oggi, per emettere e gestire le fatture elettroniche esistono due principali soluzioni: il sito dell’Agenzia delle Entrate o un tool dedicato. Se il primo è gratuito, il secondo, ossia l’uso del software o di una app, anche se a pagamento, presenta notevoli vantaggi.

Usare un’app per la fattura elettronica

Optare per un tool di fatturazione semplifica la gestione della contabilità ai possessori di partita iva. Questo perché per mezzo di un unico strumento è possibile

  • emettere e inviare le fatture
  • registrare gli acquisti
  • monitorare l’andamento di costi e profitti
  • avere sotto controllo scadenze e pagamenti

Questo si traduce in :

  • risparmio del tempo
    un’app si può utilizzare in qualsiasi momento, in ogni luogo, purché sia attiva una connessione internet
  • semplificazione del lavoro
    sono sufficienti pochi click per emettere, inviare e registrare le fatture
  • contatto diretto con il commercialista
    possibilità di interfacciarsi direttamente con lo staff dello studio commerciale per dubbi e chiarimenti.

Quali sono i vantaggi della fatturazione elettronica con app?

Quando si tratta di gestione della contabilità un libero professionista deve tenere bene a mente tutti i costi e i benefici che ne derivano dalla scelta di una soluzione piuttosto che un’altra. Se è vero che l’Agenzia delle Entrate offre un servizio gratuito per la gestione delle fatture elettroniche, è altrettanto vero che questo presenta degli svantaggi, specie pensando agli step da seguire e alla necessità poi di adoperare altri tool per la contabilità e il monitoraggio del proprio business.

Adottare un’app o comunque un tool dedicato permette di beneficiare di numerosi vantaggi, specie se si tratta di una soluzione smart come una web app. A differenza del sistema gratuito dell’Agenzia delle Entrate infatti, un tool a pagamento è solitamente una soluzione studiata da commercialisti ed esperti contabili che ogni giorno vivono le esigenze e le difficoltà dei titolari di partita iva. I tool a pagamento sono il più delle volte semplici, pratici, precisi e affidabili.

Perché scegliere una soluzione a pagamento per la fatturazione elettronica

Utilizzando un tool o un’app a pagamento, è possibile tenere sotto controllo le proprie finanze, avendo anche la possibilità di sollecitare pagamenti non ancora saldati. Una corretta gestione della fatturazione, infatti, è fondamentale per essere pagati per tempo. E questo significa avere sempre sott’occhio la salute della propria attività.

Alcune soluzioni poi, vantano una chat interna e diretta con gli esperti contabili del team ideatore e questo si traduce nella possibilità di essere guidati e consigliati anche se distanti, in modo semplice e chiaro, con pochi click.

Le caratteristiche principali dei tool a pagamento per le eFatture

Le funzionalità delle web app e più in generale dei sistemi proprietari di fatturazione online come la soluzione proposta da IlCommercialistaOnline possono essere così riassunte:

    1. Creazione e invio delle fatture, con possibilità di sollecitare i clienti qualora mancasse il pagamento del saldo
    2. Creazione e archiviazione delle fatture elettroniche da inviare alla pubblica amministrazione, ai privati, alle imprese e ai consumatori finali
    3. Registrazione e archivio delle fatture passive (acquisti fatti dai titolari di partita iva/imprese)
    4. Gestione di tutta la documentazione legata all’invio merci (DDT)
    5. Reportistica per verificare l’andamento del proprio business in tempo reale, mese per mese, anno per anno
    6. Scadenziario per la gestione delle scadenze per invii, pagamenti e solleciti.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club