Loretta Napoleoni non dica balle non è vero che è professore

10 Giugno Giu 2012 1447 10 giugno 2012 10 Giugno 2012 - 14:47
...

Oggi Loretta Napoleoni è stata ospite alla trasmissione “In ½ H” e –alla domanda dell’Annunziata su come rivolgersi a lei- ha risposto “Preferisco il maschile professore, è neutrale”. Una domanda sorge spontanea: Loretta Napoleoni è davvero professore? La risposta in breve è: no.

Napoleoni Loretta 400X300

Intendiamoci: Loretta Napoleoni ha tutto il diritto di autodefinirsi “economista” in quanto ha fatto un dottorato in scienze economiche alla Sapienza. Il suo argomento principale di analisi è l’economia del terrorismo, anche se non pare del tutto elegante autoinserirsi "tra i massimi esperti mondiali di terrorismo".

Dall'altro lato, Loretta Napoleoni, pur intervenendo di frequente sul tema nei dibattiti pubblici, ben poco (o nulla?) ha scritto di scientifico sul tema dell’euro. Detto in termini accademici, Loretta Napoleoni non è un’esperta di aree valutarie ottimali.


Torniamo a bomba: sul suo sito Loretta Napoleoni sostiene di essere “docente di economia presso la Judge Business Schools di Cambridge”. Perfetto, da brevi segugi dell’era digitale andiamo a vedere sul sito della Business School. Ecco quel che si trova: http://www.jbs.cam.ac.uk/news/items/2012/120509_napoleoni.html: Loretta Napoleoni è “visiting lecturer”, cioè per qualche tempo è ospitata dalla business school per tenere un ciclo di lezioni.

Le qualifiche accademiche sono una cosa precisa: nel sistema inglese puoi essere “lecturer” e allora vuol dire che stai cercando di ottenere una cattedra (cosiddetta tenure) ma non l’hai ancora ottenuta. In sequenza puoi essere senior lecturer, reader ed infine professor, tutte qualifiche che implicano il fatto di avere ottenuto un posto a vita, cioè la cattedra. Infine, quando sei sufficientemente stagionato e blasonato, emeritus professor. Purtroppo per Loretta Napoleoni, visiting lecturer è fuori da questo cursus honorum, sorry.

Che dire del sistema statunitense? Qui al lecturer corrisponde all’incirca l’assistant professor, a cui seguono l’associate professor e il full professor. Una nota autobiografica: io fui visiting lecturer al dipartimento di scienze politiche di MIT per due anni ma mai mi sognai di farmi chiamare “professor” e neanche “assistant professor”, in quanto ero fuori da questo cursus honorum. L’onestà intellettuale innanzi tutto.

Qui lo dico e lo ripeto: secondo gli standard accademici internazionali Loretta Napoleoni non può qualificarsi come professore. Lo dico soprattutto ai giornalisti, che talora rischiano di farsi abbindolare da chi gioca un po’ con le parole. Ma –come diceva quel tale- le parole sono importanti.