Nel discorso di Obama non c’è traccia dei complimenti a Monti

Nel discorso di Obama non c’è traccia dei complimenti a Monti

Beh, un po’ siamo imbarazzati. Sembra davvero di essere tornati ai tempi di Berlusconi e delle sue gaffe. Il succo è questo: nel discorso di Obama a Seul non c’è traccia dei complimenti a Mario Monti. Ora chi l’abbia data per prima tra Dagospia e Fatto quotidiano non sappiamo. Però è così: l’ufficio stampa di Palazzo Chigi ha evidentemente propagandato una notizia non vera. Ed è veramente un episodio spiacevole, oltre che grottesco visto il coinvolgimento di Fabrizio Cicchitto con la sua  telefonata. Siamo sempre più lontani dalla sobrietà, evidentemente questa dev’essere stata la settimana nera di Mario Monti.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club