Grazie a Tim, il giornalista adesso sei anche tu

Grazie a Tim, il giornalista adesso sei anche tu

Tu sei il giornalista. Con i nuovi strumenti per catturare la realtà che ci circonda, tablet e smartphone, tutti possono raccontare quello che vedono. Per questo Tim, sponsor ufficiale dell’International Journalism Festival di Perugia, dal 25 al 29 aprile, ha lanciato il contest “You, the mobile journalism”. Un’iniziativa che nasce in seno all’edizione 2012 di una manifestazione che guarda al mondo dell’informazione, ma con particolare attenzione al mondo del web 2.0 e dei new media, e degli strumenti di partecipazione e condivisione.

Dall’8 marzo al 16 aprile Tim ha raccolto reportage di foto e video scattate e girate in ogni parte del mondo, che raccontano avvenimenti di attualità, notizie di cronaca e momenti di vita vissuta. Ogni contributo è pubblicato sul sito www.mobilejournalism.tim.it, per essere giudicato e votato dagli utenti della rete. I primi venti passeranno alla fase finale, dove il verdetto toccherà a una giuria di esperti, che sceglierà i sei vincitori: le tre migliori foto e i tre migliori video. Per loro un montepremi di circa 9.500 euro da dividere e una premiazione ufficiale all’International Journalism Festival a Perugia, con un panel di esperti.

Oltre all’amministratore delegato di Telecom Italia Marco Patuano, ci saranno il direttore dell’Ansa Luigi Contu, il direttore de Linkiesta Jacopo Tondelli e il direttore de La7 Paolo Ruffini, insieme al presidente di Samsung Electric Young Lee, e la social media curator Claudia Vago, coordinatrice del progetto yearinhashtag.com. Il lavoro giudicato più rappresentativo sarà pubblicato su una importante testata nazionale.

Con l’iniziativa “You, the mobile Journalist”, realizzata in collaborazione con Zooppa, Tim continua a il suo impegno per la promozione e diffusione della cultura digitale, unendo servizi innovativi basati sulle potenzialità della rete alle risorse delle tecnologie, il tutto messo in condivisione con tutti, formando un dialogo sempre più libero e aperto.  

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club