L’elezione del Presidente della Repubblica

“Tutte le forze in Parlamento, nessuna esclusa, devono dare il loro contributo”

Clicca qui per il discorso intergrale di Giorgio Napolitano
 

19:00 Berlusconi guarda al futuro. Ma, intervistato da SkyTg24 sugli sviluppi nel Pd non appoggia senza riserve il sindaco di Firenze Matteo Renzi: «Questo fatto dei giovani è giusto; ma non basta essere giovani. Bisogna essere esperti e capaci perché i giovani non nascono imparati»

18:56 Per il presidente della Camera Laura Boldrini quello di Napolitano è stato «Un discorso energico. Si è rivolto criticamente alle istituzioni e ai partiti, chiedendo di superare l’immobilismo e la conservazione e di lavorare senza risparmio per affrontare i problemi reali del Paese, che per troppo tempo sono rimasti senza risposta». Da parte sua «la Camera dei deputati è pronta ad accogliere questo invito, a lavorare intensamente per essere luogo privilegiato del confronto tra tutte le forze politiche, per dare corso alle misure urgenti necessarie a risolvere la grave crisi economica e sociale, per accogliere la spinta al rinnovamento che si e’ espressa nelle elezioni del 24 e 25 febbraio».

18:50 Parole di fuoco da parte di Nicola Zingaretti presidente della Regione Lazio su twitter: «Nessuna indulgenza verso attacchi alla democrazia parlamentare. Nessuna indulgenza verso la presunzione dei partiti che non vogliono cambiare».

18:40 Le reazioni del M5S sono poco entusiaste. Secondo Mara Mucci, «Ora bisogna vedere se dalle parole si passerà ai fatti». Ha applaudito solo un passaggio del discorso del Presidente: quello in cui il capo dello Stato parla delle difficoltà delle donne. Più duro Girgis Giorgio Sorial, sempre del M5S «L’ultima volta che ho sentito un discorso così era quando in Egitto si è insediato Morsi».

18:24 Per Nencini (Psi) adesso «la politica sale in cattedra». Cicchitto (Pdl) dice di aver assistito a una «lezione di politica e anche di matematica», in riferimento alle stringenti difficoltà in Parlamento di comporre alleanze

18:18 Le reazioni sono in sintonia. Sì al governo. Berlusconi si dice ottimista, e Rosy Bindi conferma la sua volontà di mettere in campo un governo. Con chi? «Vedremo, vedremo»

17:54 Berlusconi: «Grillini sono analfabeti della democrazia»

17:53 Bersani: «Napoliano ha detto quel che doveva dire», Berlusconi: «Discorso straordinario»

17:44 I grillini non hanno applaudito al discorso di Napolitano. Si riservano di dare la loro reazione in seguito con un comunicato.

17:38 «Viva l’Italia» chiude così Napolitano

17:37 Napolitano: «Sarò un fattore di coagulazione»

17:32 Napolitano si commuove quando ricorda di essere entrato in parlamento a 28 anni. 

17:29 Napolitano ai partiti: «Non siete fazioni ma depositari di una volontà popolare»

17:25 Napolitano: «Occorre un’apertura nuova nella società e un colpo di reni nel mezzogiorno» 

17:23 Napolitano: «Rilanciare l’unità dell’Europa e coglierne i nuovi dinamismi»

17:21 «Bisogna influire sulle prossime opzioni dell’Unione Europea, per favorire la crescita delle imprese e il lavoro» dice Napolitano

17:19 Napolitano ricorda il Meeting di Rimini del 2011 quando furono celebrati i 150 anni dell’Unità d’Italia

17: 10 Napolitano critica i partiti e la mancata riforma della legge elettorale. Molto duro

17: 08 «La rielezione per un secondo mandato non si era mai verificata nella storia della Repubblica» dice Napolitano

17:07 «Non mi aspettavo di ritornare in quest aula» dice Napolitano

17:06 Commozione e applausi per Napolitano dopo le prime parole

17:02 «Giuro di essere fedele alla Repubblica e di essere fedele alla Costituzione» Applausi per Napolitano

16:55 Napolitano ha salutato questori e segretari d’aula. Breve siparietto con Maurizio Gasparri. Cosa si sono detti? 

16:52 Napolitano è arrivato a Montecitorio

16:48 Vito Crimi rassicura «Il comportamento del M5S in Aula sarà istituzionale ed ineccepibile».

16:45 Napolitano confermerà la sua squadra di collaboratori. Resta il nodo Pasquale Cascella, già candidato a sindaco di Barletta.

16:43 Suonano le campane, esce Giorgio Napolitano dal Quirinale

16:41 Il Consiglio dei ministri, appositamente convocato, ha espresso avviso conforme all’intendimento del Presidente della Repubblica di confermare nell’incarico di Segretario generale il consigliere di Stato dott. Donato Marra. È quanto si legge nel comunicato finale della riunione

Lunedì 22 aprile Giorgio Napolitano giura come undicesimo Presidente della Repubblica Italiana. Si tratta della prima volta nella storia che il presidente uscente viene riconfermato. Al sesto scrutinio, nella giornata di sabato, la candidatura di Napolitano ha totalizzato 738 voti provenienti dai grandi elettori del Partito democratico, Popolo della Libertà, Scelta civica e Lega nord. I grandi elettori del MoVimento 5 stelle e di Sel hanno invece scelto di votare Stefano Rodotà, che ha raccolto 217 preferenze. In seguito alle candidature bruciate di Franco Marini e Romano Prodi, Pier Luigi Bersani e l’intera segreteria del Partito democratico hanno rassegnato le proprie dimissioni. A giorni, dopo il giuramento, si attende che il Presidente della Repubblica affidi l’incarico per la formazione di un nuovo esecutivo, a distanza di due mesi dalle elezioni di fine febbraio, che hanno visto prevalere – di poco – il Partito democratico sul Popolo della Libertà e il MoVimento 5 stelle.

*******************************************************************************

20.27 Il segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano: «Il Paese deve gratitudine a Silvio Berlusconi che da statista ha messo prima gli interessi della Nazione. E questo ha fatto crescere di 5 punti il Pdl dal giorno del voto a oggi»

20.25 Matteo Renzi torna a commentare la mancata elezione di Romano Prodi: «Qualcosa non ha funzionato, è incredibile la vicenda che ha visto Romano Prodi protagonista, silurato da cento parlamentari che avevano promesso di votarlo»

20.05 Parla il premier Mario Monti: «Più che la piazza mi preoccupano “certi” partiti che hanno la coda di paglia e a questa piazza o alla rete si inginocchiano e chinano il capo»

20:01 Il comizio di Beppe Grillo potrebbe slittare a domani. La fonte è il vicepresidente della Camera M5s Luigi Di Maio

19.50 Enrico Letta: adesso verso il congresso e verso il contributo che il Pd dovrà dare per la nascita di un governo

19.48 Enrico Letta a Skytg24: La scelta di oggi è una scelta importante perché è una scelta che affida al Presidente della Repubblica un compito importante

19.46 Napolitano: Ho accolto con assoluta limpidezza appello partiti

19.41 Napolitano: Tutti onorino i loro doveri istituzionali 

19.40 Parla Napolitano: Ho appreso con animo grato la fiducia espressami. Lunedì preciserò come intendo attenermi rigorosamente ai miei compiti

19.40 Il pulmann di Beppe Grillo dovrebbe arrivare alle 22. 

19.35 I presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, hanno appena lasciato Montecitorio per recarsi al Quirinale

19.30 Parla Matteo Renzi: «A nome mio personale e di tutta la citta’ di Firenze porgo al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano i piu’ fervidi auguri di buon lavoro: ringrazio il Presidente della Repubblica per la straordinaria generosita’ che ha animato la sua scelta»

19.25 Enrico Letta, vicesegretario nazionale del Pd, al Tg3: «Si è dimessa l’intera segreteria e andremo a congresso». 

19:14 Rodotà: «Sono contrario a qualsiasi marcia su Roma»

19:12 Berlusconi parla a spada tratta contro Grillo: “Se ne vedono di tutti i colori, adesso anche la comica marcia su Roma di Grillo e del suo fascismo buffo. Una farsa che fa ridere ma che deve anche farci riflettere sui possibili sviluppi di questo movimento senza democrazia”

19:12 Enrico Letta afferma che le ipotesi di lui come presidente del Consiglio o vice sono “bischerate”.

19:11 Pier Luigi Bersani afferma che la rielezione di Giorgio Napolitano è un “risultato eccellente”. 

19:03 Tensione in piazza a Montecitorio, dove non ci sono solo militanti del M5S. La polizia si prepara in tenuta antisommossa. Beppe Grillo non arriverà prima delle 22

18:53 Bersani dovrebbe rassegnare a breve le dimissioni da segretario del Partito Democratico come annunciato ieri al Capranica

18:44 Napolitano 738, Rodotà 217

18:43 Prodi commenta così la mancata elezione a presidente della Repubblica: «Nessuna riflessione, encefalogramma piatto, si ritorna a casa». 

18:34 Berlusconi applaude all’elezione di Napolitano

18: 33 I voti per Napolitano sono 739 

18:29 «Oggi è una giornata importante per la nostra Repubblica. Ringrazio il Presidente Giorgio Napolitano per lo spirito di servizio e per la generosità personale e politica con cui ha accettato di proseguire il suo impegno e la sua opera in un contesto tanto difficile e incerto» dice Silvio Berlusconi

18:24 Secondo le previsioni Giorgio Napolitano dovrebbe raggiungere quota 795 voti

18:21 Maurizio Gasparri: «Napolitano eletto, ha vinto Berlusconi»

18:19 Giorgio Napolitano è di nuovo presidente della Repubblica, ha ottenuto 504 voti

18:13 Mancano 30 voti e Napolitano sarà presidente della Repubblica, di nuovo

18:10 Rodotà: «Momento delicato, non voglio creare problemi»

18:04 I giovani del Partito Democratico stanno occupando tutte le sedi del partito in Italia #occupypd

18:03 Napolitano è a 300 e Rodotà è a 80

18:02 La presidente della Camera Laura Boldrini si arrabbia: «Non si possono fare foto»

17:58 Rodotà: «Le critiche alle decisioni parlamentari devono essere espresse nell’ambito e secondo i meccanismi istituzionali»

17:57 Stefano Rodotà ritira la sua candidatura e critica la manifestazione di Beppe Grillo a Roma 

17:54 Come ieri R.Prodi per Sel, anche oggi Napolitano G. Chi ha votato così?

17:51 Giorgio Napolitano ha superato i 100 voti

17:44 Chiusa la sesta votazione, inizia lo spoglio

17:40 Anche Forza Nuova aderisce all’appello lanciato da Beppe Grillo ad andare questa sera a Montecitorio per protestare contro la candidatura di Giorgio Napolitano a presidente della Repubblica. «No al Golpe Napolitano! – si legge sul profilo ufficiale Twitter – ForzaNuova chiama tutti a manifestare stasera a Montecitorio».

17:29 Emma Bonino su twitter: «Senza spocchia o arroganza: questo paese aveva un’altra possibilità, e una possibile presidente»

17.13 Pippo Civati annuncia sul blog di aver votato scheda bianca: «Mi dispiace per Napolitano, per il Pd e per tutti noi, ma ho votato bianca»

17:06 Matteo Orfini: «Mi auguro che Stefano Rodota’, che ad urne aperte e’ candidato alla Presidenza della Repubblica e dunque garante della Costituzione italiana, prenda le distanze dalle assurde dichiarazioni di Grillo che sostengono che l’elezione di Giorgio Napolitano sarebbe un colpo di Stato»

16:45 Maroni a Skytg24: «Grillo dice che è un colpo di stato? Parlava così Mussolini»

16:35 In Transatlantico scenetta con un parlamentare del Pd. Domanda: «Hai sentito Barca?» Risposta: «Barca chi?»

16:33 Scrive Grillo sul suo blog: «È in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. Quattro persone: Napolitano, Bersani, Berlusconi e Monti si sono incontrate in un salotto e hanno deciso di mantenere Napolitano al Quirinale, di nominare Amato presidente del Consiglio»

16:28 Beppe Grillo scende a Roma per protestare contro Napolitano e lancia l’hashtag #tuttiaroma

16:14 Michele Emiliano, sindaco di Bari del Partito Democratico,  molto pesante su twitter

16:08 Alla domanda se Giorgio Napolitano passerà, Bersani risponde come per Marini e Prodi: «Votiamo e poi vediamo». 

16:02 Il dalemiano del Pd Nicola Latorre a Sk ytg24 avverte: «È arrivato il momento che il presidente della Repubblica sia eletto dai cittadini»

15:52 Silvio Berlusconi ha votato

15:39 Un Berlusconi di buon umore si aggira per l’aula di Montecitorio tra sorrisi e strette di mano

15:35 Quotazioni per il prossimo premier. Al momento Giuliano Amato e Enrico Letta sono 50 a 50 

15:16 «Perchè non mi fate riposare?» Avrebbe detto Giorgio Napolitano ai partiti che gli chiedevano di rimanere.

15:08 È incominciata la sesta votazione

15:02 Bersani: «Per il Pd la proposta di una rielezione di Giorgio Napolitano è vincolante» Non lo era anche per Prodi?

14:59 «Incomprensibile che il Pd non appoggi Stefano Rodotà o non proponga Emma Bonino» lo scrive su twitter Fabrizio Barca

14:48 Durante la riunione del Partito Democratico, un voto contrario e cinque astenuti. A votare contro Corradino Mineo, ex direttore di Rainews24

14:42 A scrivere Giorgio Perozzi sulla scheda sarebbe stato un gruppo di buontemponi leghisti, capitanati dal deputato Gianluca Pini: sarebbero gli autori anche del voto per Mascetti

14.25 Napolitano ha accettato la ricandidatura

14:16 – Una scheda dell’ultima votazione per il Quirinale. Il presidente della Repubblica scelto è Giorgio Perozzi, personaggio della serie di film Amici miei, interpretato da Philippe Noiret.

LA NOTA DEL COLLE – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto questa mattina, su loro richiesta, i rappresentanti del Partito Democratico, del Popolo della Libertà e della Lega Nord. Egli ha, a conclusione, egualmente ricevuto il Presidente del Consiglio, Mario Monti, anche a nome dei gruppi parlamentari di Scelta Civica. Infine, il Capo dello Stato ha incontrato un’ampia delegazione dei Presidenti delle Regioni.  Da tutti gli interlocutori è stata espressa la convinzione che – nella grave situazione venutasi a determinare col succedersi delle votazioni per l’elezione del nuovo Capo dello Stato – sia altamente necessario e urgente che il Parlamento in seduta comune possa dar luogo a una manifestazione di unità e coesione nazionale attraverso la rielezione del Presidente Napolitano. Gli si è rivolto perciò un caldo appello a riconsiderare in questo quadro le ragioni da lui più volte indicate di indisponibilità a una ricandidatura. Il Presidente Napolitano si è riservato di rendere nota – nell’imminenza della ripresa pomeridiana della seduta comune – la sua decisione.

13:51 – La Cei chiede a Napolitano di prendere in mano la situazione. Ancora pressioni per un Napolitano bis. 

13:33 – Rumorsdi un Napolitano bis con Enrico Letta a Palazzo Chigi

13:28 – Flash dal Quirinale: entro le 15 la decisione di Napolitano. 

13:25 – Il Pdl smentisce l’ipotesi di governo dei saggi: «Da Napolitano nessuna condizione». 

13:21 – I risultati della quinta votazione. Schede bianche: 445. Nulle: 17. Rodotà: 210. Napolitano: 20. Monteleone: 15. Bonino: 9. Zinna: 4. Francesco De Gregori: 1. La sesta votazione dalle 15. 

13:19 – Avanza l’ipotesi di un Napolitano bis. Secondo fonti del Quirinale, la sua rielezione sarebbe subordinata alla nascita di un governo del presidente che dovrebbe coinvolgere i dieci saggi e realizzare il programma da loro presentato alcuni giorni fa. Intanto è in corso l’incontro Napolitano-Monti. 

13:10 – Napolitano risponderà entro le 13:30. Lo dice Enrico Rossi, presidente Regione Toscana

13:04 – In Transatlantico sempre più insistente la voce che Giorgio Napolitano accetti.

12:52 – Quinto scrutinio in corso. Quorum non raggiunto. 

12:48 – «Se il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accettasse sarebbe un fatto molto, molto positivo». Lo ha detto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, a margine di una manifestazione a Firenze.

12:45 – Raggiunte le prime cento schede bianche.Rodotà a 49 voti. Napolitano tre preferenze.

12:38 – Tra molte schede bianche e il nome di Stefano Rodotà, spunta un voto per il cantautore Francesco De Gregori

12:36 – Conclusa quinta votazione. Scrutinio in corso. Abbondano le schede bianche. 

12:30 – Dopo aver incontrato Pier Luigi Bersani e Silvio Berlusconi, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano vedrà anche Mario Monti. Il colloquio è previsto intorno alle 13, quando il premier salirà al Colle dopo il faccia a faccia con il leader del Pd.

12:29 – La Lega Nord sarebbe favorevole all’ipotesi di un nuovo mandato a Giorgio Napolitano. Lo spiegano fonti parlamentari del Carroccio, secondo cui una convergenza su un eventuale bis dell’attuale capo dello Stato e la conseguente fumata bianca potrebbe arrivare già nel corso del pomeriggio o al massimo domattina. Sempre che Napolitano accetti.

12:11 – Il Pd ha chiesto a Napolitano la sua disponibilità alla rielezione. Ma Vendola ha appena detto: «L’ipotesi Napolitano non è mai esistita e non esiste». È in corso in questi minuti un incontro tra vertici del Pd e vertici della Lega. 

11:56 – Nichi Vendola in piazza Montecitorio: «L’ipotesi Napolitano non è mai esistita e non esiste. Cancellieri è una persona degna, la sua candidatura è il risultato di un accordo tra ciò che rimane del centrosinistra e del centrodestra, è strada dell’inciucio. Altra canddatura è quella di Rodotà, che dice invece “andiamo verso il cambiamento”». E sugli eventi di ieri: «Ieri si è celebrato funerale in diretta della seconda Repubblica. Bisogna capire se c’è veramente la possibilità di congedarsi dalla seconda Repubblica resuscitando la prima. Dobbiamo uscire da questo cimitero in cui abbiamo sepoto la seconda repubblica e incamminarci verso la terza. Il bivio è: verso Berlusconi o verso le nuove generazioni che ci dicono di scuotere il Palazzo? Ai grandi elettori del Pd chiedo di votare Rodotà come atto di generosità nei confronti del Paese… I vecchi delle correnti del Pd hanno poco da dire, speriamo nelle nuove generazioni Pd per uscire da questo stato comatoso. Dobbiamo liberarci da chi ha portato i congressi Pci, Dc, Pd, e tutte le storie nevrotiche del Paese dentro le ure di ieri. Gli autori del disastro di ieri non sono più interlocutori per noi». E sui futuri interlocutori per ricostruire la sinisra italiana, dice: «Fabrizio Barca è una risorsa per il centrosinistra». 

11:53 – Pier Ferdinando Casini:«Oggi eleggiamo il nuovo presidente della Repubblica. Non possiamo più perdere tempo». Ieri sera il leader dell’Udc ha partecipato al colloquio a palazzo Chigi tra Mario Monti e Silvio Berlusconi.

11:49 – Fonti dal Colle dicono che Napolitano non voglia rischiare di non essere votato con larga maggioranza. Secondo parlamentari del Pd, anche con 100 franchi tiratori del partito, D’Alema o Amato potrebbero salire comunque al Quirinale. 

11:45 – Riccardo Nencini del Psi:«Se Napolitano fosse disponibile lo voterei a scatola chiusa, ma mi pare non lo sia; quindi penso che bisogna proporre un candidato che si rivolga all’intero Parlamento, un candidato di garanzia come Emma Bonino o Giuliano Amato». 

11:42 – Alessandra Zampa, portavoce di Prodi, sulle foto delle schede votate con il nome di Romano Prodi, scrive su Facebook: «Adesso spuntano le foto delle schede votate con il nome di Romano Prodi. Ma la foto che gira è una sola, sempre la stessa, passata di cellulare in cellulare. Chi la presenta come prova della sua lealtà presenta il tangibile segno del proprio tradimento».

11:32 – Secondo fonti Pd, Napolitano starebbe mediando sul nome di Giuliano Amato. 

11:30 – Secondo Adnkronos, in Transatlantico cresce il partito del Napolitano bis. Molti azzurri, confiderebbero nell’attuale capo dello Stato. Da sempre l’ipotesi di ‘prorogatio’ di Giorgio Napolitano piace a Silvio Berlusconi. In questi giorni ci sarebbero stati contatti telefonici tra il Cavaliere e il Quirinale. Anche la Lega, riferiscono fonti parlamentari, avrebbe consultato Napolitano.

11:28 – Berlusconi al Colle da Napolitano.

11:14 – Matteo Renzi da Firenze: «Seguo con preoccupazione ciò che sta accadendo a Roma, sperando che il voto dei grandi elettori dia al Paese un presidente della Repubblica autorevole». Lo scrive sul suo profilo Facebook. Continua: «Trovo inevitabile e saggio che Bersani abbia annunciato le sue dimissioni e spero che il mio partito possa subito uscire dalla delicata crisi che stiamo attraversando dal dopo elezioni: nel mio piccolo farò di tutto per dare una mano al Pd e al Paese. Nel frattempo continuo il mio lavoro in palazzo Vecchio». Conclude: «Spero tanto che i grandi elettori facciano il loro dovere, con trasparenza e senza i disgustosi giochini di ieri…»

11:09 – «Ripresentino Franco Marini e noi lo rivotiamo». Sono le parole di Maurizio Lupi, Pdl, al Mattino. «Stiamo sorridendo amaramente nel vedere come è stata ridotta l’elezione della più alta carica dello Stato. Provo rabbia e dispiacere». Alla domanda se il Pdl potrebbe convergere sul candidato di Monti, Anna Maria Cancellieri, Lupi fa sapere: «Se anche lo facessimo non avremmo i voti sufficienti. È una persona degnissima, autorevole, ma oggettivamente non ce la può fare». 

10:58 – Secondo #opencamera, il presidente Napolitano starebbe pensando a dare la propria disponibilità per una rielezione, con l’obiettivo di aiutare il Parlamento a uscire dallo stallo. Potrebbe essere rieletto già oggi, nella votazione pomeridiana.

10:54 – È in corso un incontro tra Pier Luigi Bersani, Enrico Letta e Giorgio Napolitano al Quirinale.

10:48 – Monti ha confermato che sono in corso contatti con il M5s. «Seguiamo e seguo con molto interesse il sistema nervoso e cerebrale che convoglia i cittadini anche attraverso la Rete», dice. «La Rete e non solo la Rete sta facendo emergere con forza l’importanza di riconoscere il ruolo della donna nella società anche con la scelta di donne nelle posizioni più elevate. Mi sembra che dalla Rete emerga con forza necessità di un taglio con il passato, la necesità di una personalità senza contatti con la politica. Emerge anche rigetto di persone che abbiano avuto contatti con i vari poteri forti dell’economia e della finanza, talvolta in modo quasi maniacale. Il ministro Cancelieri corrisponde perfettamente a questi requisiti. Dalla Rete emerge la richiesta di gente normale che parli il linguaggio dei cittadini, che si faccia capire. La apersona che noi porponiamo ha questa caratteristica. Dall Rete emerge la necessità di cultura della legalità, senso delle regole. Annamaria Cancellieri ha passato la sua vita a fare questo ed è particolarmente apprezzata per il suo contrasto a illegalità e criminalità». E conclude: «Non abbiamo scelto attraverso al Rete, ma è come se così fosse avvenuto».

10:42 – Oggi alle 12 incontro tra Mario Monti e Pier Luigi Bersani

10:39 – Mario Monti: «Porre fine a operazioni tattiche e a rispettabili travagli interni ai partiti con urgenza. Sottoponiamo il nome di Annamaria Cancellieri e speriamo che presto questa candidatura possa risolvere in modo unitario il problema di eleggere un presidente della Repubblica credibile e rispettabile. Scelta civica ha deciso di votare sheda bianca per sottolineare che Annamaria Cancelieri non è il nostro candidato ma la nostra proposta a tutti i partiti»

10:26 –  Claudio Burlando, Pd, presidente della Regione Liguria, è convinto che per il Quirinale si debba sostenere Stefano Rodotà: «Il risultato elettorale non ha assegnato al centrosinistra una maggioranza risolutiva, nemmeno per eleggere il presidente della Repubblica, ma ci ha attribuito la responsabilità, il dovere di avanzare una proposta». Aggiunge: «È l’ora di una piena responsabilità personale per ognuno di noi. Per questo mi esprimo a favore della candidatura di Stefano Rodotà».

10:21 – Francesco Nitto Palma (Pdl) a Sky Tg 24: «Giorgio Napolitano è stato un grande presidente della Repubblica. Noi sin dall’inizio abbiamo detto di essere d’accordo a una sua ricandidatura. Se si dovesse andare verso la sua riconferma, noi saremmo d’accordo». 

10:16 – È iniziata alla Camera la quinta votazione per l’elezione del presidente della Repubblica. Ma difficilmente sarà decisiva, dal momento che il Pd ha annunciato scheda bianca e il Pdl ha deciso di non partecipare al voto.

10:00 – Il Pdl annuncia che resterà fuori dall’aula per la quinta votazione delle 10. Il Pd invece voterà scheda bianca, così come Scelta Civica e Lega. Chiara la scelta di Sel: i parlamentari hanno confermato la decisione di votare Stefano Rodotà. Di Maio, M5s: «Continuiamo a sostenere a oltranza Rodotà». E invita i parlamentari del Pd a fare lo stesso. 

23:05 Intanto Bersani è da Mario Monti a palazzo Chigi

23:03 Ovazione alla cena del Popolo della Libertà è l’effetto della notizia data da Silvio Berlusconi sulle dimissioni di Bersani

22.34 Domani il Partito Democratico si asterrà sul voto per il presidente della Repubblica. Lo ha annunciato Pier Luigi Bersani al Capranica

22.31 Tra i dalemiani c’è chi ricorda che a mezzanotte è il compleanno di Massimo D’Alema, nato il 20 aprile del 1949

22.28 Beppe Grillo durante un comizio in Friuli festeggia le dimissioni di Bersani e grida: «A casa, a casa»

22:24 Bersani ha annunciato le dimissioni che diventeranno esecutive dopo la nomina del presidente della Repubblica

21:56 Il senatore del Partito Democratico Stefano Esposito annuncia che il segretario Pier Luigi Bersani tra pochi minuti – di fronte all’assemblea dei grandi elettori – si dimetterà

21:38 Matteo Renzi scrive su Facebook: «Per tutto il giorno sono stato accusato su Facebook di sostenere una candidatura, quella di Romano Prodi. Ora l’accusa è opposta: aver complottato contro la candidatura Prodi. Se non ci fosse di mezzo l’Italia sarebbe da ridere»

21:02 Romano Prodi rinuncia alla possibilità che il suo nome venga speso per il quinto scrutinio. «Chi mi ha portato a questa decisione deve farsi carico delle sue responsabilità»: così l’ex presidente del Consiglio ha reagito alla debacle nel voto di oggi. 

20:45 La Bindi intanto dà le dimissioni dalla presidenza dell’assemblea del Partito Democratico

20:22 Vendola ha fregato D’Alema. A quanto pare i dalemiani volevano accusare i vendoliani dell’affossamento di Prodi. Ma la scritta R.Prodi sulla scheda salva Sel

20:21 Nel Partito Democratico è il tutti contro tutti. Bersani non si dimette ma ognuno si accusa a vicenda

20:03 E ora chi proporrà un nome per la presidenza della Repubblica? Tra i deputati di centrodestra e centrosinistra si continua a ripetere «È come il tiro al piccione»

19:55 Tra i bersaniani è partita la caccia ai renziani. «Sono stati loro ad affossare Prodi in combutta con D’Alema»

19:47 Prodi valuta di ritirare la candidatura

19:32 Vendola: «Se salta Prodi, convergiamo su Rodotà»

19:30 Corradino Mineo scrive su twitter: «Che vergogna!100 che alle 9 applaudivano in piedi Prodi Presidente,alle 18 lo bruciano nell’urna.#Bersani, sì a #Rodotà e congresso subito» 

19:24 Sel avrebbe siglato la scheda con R Prodi per evitare di confondersi con i franchi tiratori. E i conti tornano. Erano tutti del Partito Democratico

19:21 Renzi: «La candidatura di Prodi non c’è più» 

19:16 Delusione tra i giovani turchi per la sconfitta di Prodi «Non so darmi spiegazioni. Penso che ci siano persone che non hanno capito dove sono», dice Andrea Orlando

19:15 Bersani sotto shock riunisce i suoi a Montecitorio. Timore che il voto per Prodi sia stata una sfiducia al segretario

19:11 Sel avrebbe votato Prodi con la sigla «R Prodi» per contarsi come ai tempi della Democrazia Cristiana

19:09 I franchi tiratori nel centrosinistra sono stati 101

18:47 Prodi è affossato. E’ matematico. I grillini che sono 162 in 160 hanno votato per Rodotà

18:45 Chi ha votato per Massimo D’Alema che è già a 11 voti?

18:42 Scelta Civica sembra abbastanza compatta, su 69 al momento hanno votato in 53 per la Cancellieri 

18:40 Dopo stacco tecnico…Prodi è a 248, Rodotà 117 e 48 Cancellieri

18:30 Prodi tocca la soglia dei 100 voti

18:28 Rodotà fermo ancora a 30 voti, mentre Prodi arriva a 70

18:26 Prodi supera la soglia dei 50 voti

18:24 Esce pure un voto per Massimo D’Alema. Franco tiratore del Partito Democratico?

18:22 Primo voto per Romano Prodi

18:21 Chiuse le votazioni. Servono 504 voti per diventare presidente della Repubblica

18:10 E Brunetta tira fuori il nome di «Giuliano Amato»

18:08 Dal Largo del Nazareno, sede del Partito Democratico, si mormora che «la soglia per presentare alla quinta votazione Romano Prodi sia pari a 470» Sotto 450 l’ipotesi Prodi tramonterebbe.

17:58 Secondo Franco Bechis di Libero Monti avrebbe minacciato di andarsene ne caso in cui Scelta Civica non voti per la Cancellieri. «Monti contestato dai suoi ha detto: “ora 69 voti su Cancellieri o me ne vado. Domani ne riparliamo»

17:45 Schifani pensa già a una ricompensa per lo sconfitto Franco Marini: «Si meriterebbe di diventare senatore a vita»

17:33 Mario Mauro di Scelta Civica: «Prodi alla quinta? Bisogna tenere in considerazione il Popolo della Libertà per un governo di salvezza del Paese»

17:21 Rosy Bindi scettica a La7: «Spero convergenza su Prodi almeno alla quinta votazione»

17:05 Schifani: «Inevitabili le urne dopo che il Pd ha abbandonato le larghe intese»

17:04 C’è un timore nel Popolo della Libertà: domani alla quinta votazione Beppe Grillo potrebbe ritirare la candidatura di Rodotà per convergere su quella di Prodi

16:54 Beppe Grillo insiste «Perchè il no inflessibile a Rodotà da parte di Bersani? È una bella domanda. Un quesito a cui non c’è risposta, della serie chi siamo? dove andiamo? esiste l’intelligenza sugli altri pianeti e nel pdmenoelle?»

16:35 Non è ancora finita la votazione, ma pare ormai certo che Prodi non ce la farà. Berlusconi sta già contattando i suoi per riunirsi in vista della quinta votazione domattina

16:32 Il pronostico di Umberto Bossi: «Prodi? Oggi non ce la fa»

16:10 Achille Occhetto a Skytg24 risponde così a chi gli domanda se il futuro del Pd è Matteo Renzi: «Mi sembra uno poco chiaro»

16:08 Intanto continuano le proteste in piazza Montecitorio, tra grillini per Rodotà, piddini per Prodi e pidiellini contro. 

16:01 Un deputato del Partito Democratico: «Se non facciamo cavolate ora i montiani domani potrebbero convergere su Prodi. Ci stanno mettendo alla prova» 

15:50 Iniziate le votazioni. Alessandra Mussolini crea scompiglio in aula e porta una maglietta «Il Diavolo veste Prodi». 

15:21 La scelta di Pdl e Lega di uscire dall’aula fa rumore: il presidente della Repubblica sarebbe eletto senza una fetta importante di elettori

15:19 Exit poll su Prodi di un senatore del Partito Democratico 440-460. Non passa. Ma sarà riproposta alla quinta votazione

15:03 Berlusconi avrebbe detto ai suoi: «Bersani ha tradito la parola data, ha avuto un comportamento inqualificabile su Prodi»

15:01 È ufficiale Pdl e Lega Nord non saranno in aula alla quarta votazione per il presidente della Repubblica

14:49  Dalle prime indiscrezioni di palazzo Grazioli pare che Pdl e Lega non parteciperanno al quarto scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica.

14:25 Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta: «Prodi? Ce l’hanno proposto i grillini. Non credo che sarebbe uscito se non fosse stato nella loro rosa». Quello del Pd «è un’apertura ai grillini».

14:19 Anche il montezemoliano Andrea Romano di Scelta Civica demolisce con un tweet la candidatura di Romano Prodi: «Al 4 voto voterò Anna Maria Cancellieri, figura di grande livello e candidato donna di Scelta Civica su cui invitiamo tutti a convergere».

13:54 E intanto Massimo D’Alema passeggia con il suo cane, ma il cellulare è rovente (Ansa) 

13:50 Vito Crimi a Skytg24 dice che «Rodotà è già presidente per acclamazione» dopo che la piazza di Montecitorio lo ha acclamato.

13:48 Alberto Airola, senatore del Movimento Cinque Stelle, demolisce Romano Prodi con un tweet: «Non lo voteremo mai»

13:40 Chiuso lo scrutinio per la terza votazione. Rodotà 251, D’Alema 34, Prodi 22, Napolitano 12, Cancellieri 9, Nulle 49, Bianche 465

13:32 Si ritorna nella prima Repubblica. Un voto per De Mita e uno per Pietro Ingrao

13.26 Nel corso dello spoglio alla terza votazione D’Alema è sopra a Prodi di 8 voti…25 a 17

13:23 – «Adesso vediamo…». Bersani non si sbilancia a chi gli domanda se Prodi diventerà presidente della Repubblica. Aveva dato la stessa risposta per Marini…

13.15 Bruno Tabacci, leader di Centro Democratico, sosterrà la candidatura di Romano Prodi 

13.10 Intanto Massimo D’Alema ha già preso 14 voti, mentre Romano Prodi 7. 

13.05 Il sito online Velinarossa, diretto da Pasquale Laurito e vicinissimo a Massimo D’Alema, non ha dubbi: la scelta di Prodi spaccherebbe in due il paese.

13.00 In Transatlantico circola con insistenza tra i capannelli dei parlamentari pidiellini la voce di un sit in contro Romano Prodi  del partito davanti all’obelisco di Montecitorio verso le 15-15.30.

12.55 Si sta svolgendo il terzo scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica. Al momento Rodotà avrebbe 8 voti, Cancellieri 1, e le schede nulle sarebbero 26

12.44 Il giovane turco Stefano Fassina mostra preoccupazione: «Se l’indisponibilita’ del M5S a sostenere Prodi si conferma aumentano i rischi della soglia da raggiungere»

12.38 Matteo Renzi torna a Firenze, è appena salito su un Frecciarossa. Preferisce restare in silenzio in attesa della quarta votazione

12.35 «Se fosse così, vuol dire che Grillo vuole distruggere le forze democratiche del Paese», replica così Davide Zoggia, componente del segreteria di Largo del Nazareno 

12.30 Un tweet del premier Mario Monti lancia un messaggio a Pier Luigi Bersani: «#Quirinale, sarebbe stata forse opportuna dal punto di vista politico una verifica di #Bersani prima di lanciare #Prodi»

12.30 «Nessuno di noi del M5s si è mai sognato di votare Romano Prodi per la presidenza della Repubblica», dice Beppe Grillo durante un comizio in Friuli

12.09 Matteo Renzi ai microfoni di Skytg24 avrebbe riferito su Prodi: «Aspettiamo, e vediamo»

12.01 Il giurista Stefano Rodotà non rinuncia alla candidatura alla presidenza della Repubblica, lo confermano i due capogruppo del M5s Roberta Lombardi e Vito Crimi

11.59 Un tweet di Ignazio La Russa chiude ogni porta alla candidatura di Romano Prodi e a qualsiasi forma di dialogo con il Pd: «Il Pd vuole Prodi al Quirinale. 7 anni con lui peggio delle 10 piaghe d’Egitto»

11.56 Conversando con i giornalisti in Transatlantico il deputato grillino Roberto Fico avrebbe alzato gli scudi su candidatura Cancellieri: «Assolutamente no, non ci rappresenta»

11.52 Il premier Mario Monti fuga ogni dubbio: «Il nostro candidato alla Presidenza  della Repubblica è Annamaria Cancellieri» 

11.49 Tweet di Maria Laura Rodotà, figlia del giurista candidato al Colle del M5s: «Fantastico. Pur di non parlare col garante quelli del piddì chiamano me per convincermi a convincerlo non si sa di che #aldolapachealcolle »

11.37 Durante lo speciale del TgLa7 l deputato del M5s Luigi Di Maio avrebbe detto: “nel caso Rodota’ rinunci, a quel punto passeremo a Zagrebelsky” 

11.36 In questo momento i capigruppo del M5s si trovano nell’abitazione di Stefano Rodotà. 

11.29 Al TgLa7 Mario Monti dice di aver avuto contatti con Prodi qualche giorno fa, mentre non ha avuto occasioni di avere contatti con Berlusconi

11.20 In piazza a Montecitorio gli elettori di Beppe Grillo, intervistati da Sky, continuano a chiedere Stefano Rodotà come presidente della Repubblica

11:18 «Nel panorama politico italiano di oggi il modo in cui la personalità di Prodi viene portata all’attenzione dei grandi elettori è un modo che viene percepito come divisivo» ha spiegato Mario Monti

11:15 Antonio Polito, editorialista del Corriere, scrive su twitter «Nel Pd qualcuno tentato di fare un dispetto a Prodi e a Renzi nello stesso tempo sicuramente c’è» 

11:12 Sospetti nel centrodestra. La candidatura della Cancellieri è uno specchietto per le allodole, sintomo della debolezza della candidatura di Prodi?

11:09 «Applauso liberatorio, ma solo apparente, se alla quarta votazione Prodi salta, cambiano i giochi» suggerisce un dalemiano.

11:05 «I dalemiani si stanno muovendo moltissimo» spiegano nel centrodestra

10:40 Il lupo marsicano se ne va. «Ritengo una follia il ritorno immediato alle urne con questa legge elettorale». Il cambio di strategia, che non vede più il dialogo con il centrodestra, non piace a Marini. «Ovviamente con il cambio di strategia viene meno anche la mia candidatura».

10:30 Scelta Civica decide di concentrare i suoi voti sul suo candidato: Anna Maria Cancellieri

10:21 Prodi raggiunto in Mali, risponde: «Pier Luigi, ti ringrazio»

10:06 Comincia la terza votazione. Ancora occorrono i due terzi dei voti. Il Pd ha annunciato che voterà scheda bianca.

09:55 Pioggia di approvazione da parte del centrosinistra. Anche per Tabacci la candidatura di Prodi è «quella giusta».

09:37 Alla terza votazione il Pd voterà scheda bianca, mentre nel pomeriggio, con il quarto voto, candideranno di Romano Prodi. 

09:34 E l’interessato, Romano Prodi, intanto è in Africa. Per una missione di peace-keeping si trova a Bamako, in Mali 

09:24 Arrivano le prime reazioni del centrodestra. Per Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, la scelta di Prodi «divide». «Il contrario di quello che serve all’Italia». L’ex capogruppo alla Camera dei deputati del Pdl Fabrizio Cicchitto ha detto che «il Pd prima ha realizzato con noi una intesa su Marini che non ha potuto o voluto onorare», aggiungendo che la scelta di Prodi è «di rottura».
Per Quagliariello il Pd «ha un elettrocardiogramma impazzito», avendo cambiato posizione più volte «in 24 ore».

09:13 Bersani ha detto, durante l’assemblea dei grandi elettori del Partito democratico che «Prodi qualifica la nostra coalizione e parla al nostro paese». La scelta del Pd è quindi diversa rispetto al nome di Marini, frutto di un percorso condiviso anche con il Pdl e Scelta Civica. Silvio Berlusconi, che sabato 13 aprile era in piazza a Bari, aveva parlato anche dell’eventualità che fosse Romano Prodi il candidato del centrosinistra per il Colle.«Con Prodi presidente ci toccherebbe andare all’estero», aggiungendo che era il suo «candidato preferito», rendendo esplicita l’indisponibilità del centrodestra a sostenere il nome dell’ex presidente del consiglio per un’elezione condivisa, che arrivasse cioè nei primi tre scrutinii, dato che è necessaria la maggioranza dei due terzi dei votanti dell’assemblea dei grandi elettori, composta da senatori, deputati e delegati regionali. Romano Prodi era entrato anche nella lista ristretta delle “Quirinarie” organizzate fra i votanti certificati del Movimento 5 stelle, arrivando ottavo fra i dieci indicati dal primo turno.

09:03 Il nome che il segretario del Partito democratico ha fatto all’assemblea dei grandi elettori del Pd è quello di Romano Prodi. Sarà lui il nuovo candidato dopo la scelta caduta su Franco Marini, che ieri però non è riuscito ad arrivare alla maggioranza dei due terzi dei votanti, richiesta nelle prime tre votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica. L’assemblea dei grandi elettori democratici ha approvato all’unanimità.

***********************************************************************************

21:28 A lato delle smentite pare che Matteo Renzi incontrerà domattina presto Pier Luigi Bersani a Roma

19:15 La Russa e i Fratelli D’Italia hanno votato Sergio De Caprio, il capitano Ultimo che arrestò Totò Riina

18:53 Scrutinio concluso. Altra fumata nera. Rodotà 229, Chiamparino 89, bianche 418

18:52 Civati chiede a Renzi e ai giovani turchi di votare per Romano Prodi

18:46 Buttiglione cerca di placare gli animi dei manifestanti fuori da Montecitorio. Da solo.

18:45  Verdini: «Abbiamo votato Marini, è il Pd ad aver avuto problemi con i numeri. Ora tocca a Bersani decidere cosa fare»

18:42 Rosy Bindi è sotto a Mussolini per numero di voti

18:39 Mentre Bersani cerca di trovare la fila, a Capannori, provincia di Lucca, la sede del Pd è occupata dai giovani democratici contro l’ipotesi di un accordo con Berlusconi (Fonte L’Espresso)

18:37 Bersani propone un’assemblea per il Pd dove scegliere il candidato al Colle, ma i parlamentari al momento non ne sanno nulla

18:35 Bersani: «Bisogna prendere atto di una fase nuova, ora tocca al Pd avanzare una proposta per tutto il parlamento»

18:27 Voti per Giovanni Trapattoni e Rocco Siffredi

18:26 Due voti per Mussolini

18:21 E intanto Skytg24 mette uno contro l’altro D’Alema e Prodi…a vincere sarebbe il primo

18:16 Un voto anche per Pier Luigi Bersani presidente della Repubblica

18:15 C’è chi ha votato Rosy Bindi

18:04 Chiusa la seconda votazione dal presidente della Camera Laura Bodrini che ora procederà allo scrutinio.

17:48 Se, come dice Giuliano Ferrara su Rai3, Stefano Rodotà è uno schermo di Romano Prodi per Beppe Grillo. Franco Marini è uno schermo di chi per Pier Luigi Bersani?

17.47 Renzi: «Evidente che Marini è saltato»

17:46 «Ipotesi D’Alema è abbastanza forte» dice un ex senatore del Pd

17:28 Circola voce che Renzi sarà a breve a Roma per incontrare Bersani

17.19 Franco Marini non fa passi indietro anche perché per il Pdl non ci sarebbero altri candidati oltre al «Lupo Marsicano»

17.18 Prodi potrebbe essere la ciambella di salvataggio alla quarta votazione, dicono i ben informati

17.15 Scendono le quotazioni di Anna Finocchiaro. Pesa il «no» di Matteo Renzi come per Franco Marini

17:04 «Franco Marini è il ‘Presidente della Repubblica morale’. Un pò come il ‘vincitore morale’, o la ‘Capitale morale’» analizza, quasi da statista, Carlo Giovanardi 

16:54  I socialisti di Riccardo Nencini insistono: «Voteremo ancora Bonino»

16:52 Paolo Gentiloni, veltronian-renziano, ammette: «Ho votato per Chiamparino. Ora vorremmo che Bersani prendesse atto di questa sconfitta».  

16:49 La corrente migliorista del Pci, di cui fa parte anche l’attuale presidente Giorgio Napolitano, starebbe pensando di cambiare strategia. Si passa da Amato a D’Alema?

16:41 Il 20 aprile è il compleanno di Massimo D’Alema. Festeggerà al Quirinale?

16:35 – Scilipoti: «Voterò il professore Rodotà, politico dell’“anticasta”. Lo scrive in un comunicato sul suo sito web personale: «Mi sono lasciato convincere dal tumulto dei 50 dimostranti che da stamattina si sono assiepati a Montecitorio. In fondo, il professore può essere un degno rappresentante dell’anticasta, un esempio di nuovismo a cui non bisogna porre argini. Il professore è stato deputato al parlamento italiano solo per quattro legislature consecutive (dall’VIII all’XI); mentre solo per undici anni ha calcato i banchi del parlamento europeo; è stato per otto anni garante per la protezione dei dati personali, e ora, a soli 80 anni, ha davanti a sé un fulgido e splendente futuro».

16:30 – Il sindaco di BariMichele Emiliano (Pd) twitta:«Invito tutti gli elettori del cambiamento e in parte quelli del Pd a votare senza indugi Stefano Rodotà anche nella seconda votazione».

16:15  Mario Monti si è perso tra i corridoi di Montecitorio e chiede aiuto ai cronisti. Non c’è neanche Casini…

15:48 È iniziata la seconda votazione

15:43 Silvio Berlusconi non parteciperà alla seconda votazione, è atteso per un comizio a Udine in vista delle elezioni regionali in Friuli

15:35 Chi brucia le tessere del Partito Democratico in piazza a Montecitorio è Gianfranco Mascia del Popolo Viola. Video da Rainews24

15:15 Rodotà: «Ringrazio chi mi ha votato»

15:00 A Montecitorio manifestazione per Rodotà e i grillini del Movimento Cinque Stelle applaudono

14:41 La Lega Nord ha deciso di non partecipare alla seconda e terza votazione per l’elezione del presidente della Repubblica

14:37 Si profila un accordo sulla quarta votazione provando a tenere Franco Marini, se tra oggi e domani esplode il Pd a quel punto toccherebbe a Prodi

14:24 Riunito gruppo parlamentare del Partito Democratico, da fonti si apprende ipotesi scheda bianca per la seconda votazione

14:23 Casini commenta a modo suo il caos sul Quirinale: «È un gran casino, è un gran casino…»

14:20 Risultati ufficiali prima votazione presidente della Repubblica: 521 Marini, 240 Rodotà, 41 Chiamparino, 14 Prodi, 13 Bonino, 12 D’Alema, 104 schede bianche e 15 nulle

14:19 Michele Emiliano, sindaco di Bari, chiede le dimissioni del gruppo dirigente del Partito Democratico

14:12 Ipotesi Franco Marini alla seconda votazione non è ancora tramontata nel Partito Democratico

14:00 Vertice Bersani, Letta, Franceschini e Zanda, tra secondo e terzo turno l’ipotesi di votare scheda bianca

13:58 Finita la votazione si riuniscono subito i gruppi di Popolo della Libertà e Lega Nord: l’umore di Berlusconi, pare, non sia dei migliori

13:55  E adesso che farà Bersani? Insisterà su Marini o cambierà cavallo? Magari più vincente…

13:44 – Marini: 343 voti, Rodotà 168. La soglia dei due terzi del Parlamento è 671

13:29 Berlusconi: «Marini? Passerà…»

13:25 Voci nel Pd. Se Marini dovesse ottenere meno di 600 voti, Bersani cambierebbe candidato

13:19  Fino a questo momento Franco Marini ha 109 sulla base di poco più di 200 grandi elettori. Se si proiettasse il voto sul totale Marini non ce la farebbe.

13:18 Marini tocca soglia 100 voti, mentre Rodotà è a 36

13:17 Un voto per Raffaello Mascetti, il conte interpretato da Ugo Tognazzi in Amici Miei di Mario Monicelli 

13:14  Franco Marini al momento ha 58 voti

13:13 Un voto per Emma Bonino

13:06 Diversi voti per Sergio Chiamparino, Mario Segni, Giorgio Napolitano, Romano Prodi

13:05 È uscito Francesco Marini

13:04  Conclusa la prima votazione, Boldrini procede allo scrutinio, già votati Umberto Ranieri e Sergio Chiamparino

13:03 Il pezzo di Marco Sarti sullo psicodramma del Partito Democratico sul voto al Quirinale http://www.linkiesta.it/racconto-dall-aula-lo-psicodramma-sul-quirinale-…

13:02 Ha votato anche Davide Caparini della Lega Nord: era a Boston per la maratona e ha evitato per pochi metri le bombe

13:00 – Lucrezia Ricchiuti, senatrice Pd, scrive su Facebook: «Ho votato coerentemente con la votazione di ieri. Io sono qui a rappresentare il mio territorio […] Franceschini ieri sera ha detto che non dobbiamo dare retta agli strumenti in tempo reale. Io invece la penso in modo contrario e lo invito, se dovesse vincere Marini, a venire a Monza ad un’assemblea pubblica a spiegare del perché la scelta di Marini e dell’accordo con il Pdl». Un altro voto per Rodotà. 

12:55  Casini dopo aver parlato con Berlusconi dice: «Il numero dei franchi tiratori sarà molto alto». In Scelta Civica o nel Pdl?

12:37 La foto del giorno è quella di Pier Luigi Bersani che abbraccia Angelino Alfano dopo il voto

12:32 Nel frattempo sulla pagina Facebook di Pier Luigi Bersani continua l’impallinamento del segretario del Pd: «Non tradire la base per Berlusconi»

12:16 Spaccature nella Scelta Civica di Monti, i montezemoliani non vogliono votare per Marini. Casini riuscirà nell’impresa? 

12:14 Daniela Santanchè: «Oggi votiamo convintamente Marini»

12:09 Rancori tra democristiani? Tabacci: «Voto scheda bianca, su Marini metodo sbagliato» 

12:08 Quagliariello A Sky: «Conosco Marini, persona stimata e poi io vado spesso in Abruzzo».

12.05 Fratelli d’Italia di Ignazio La Russa e Guido Crosetto dice no a Franco Marini, ma nel segreto dell’urna i voti ci saranno

12.01 A quanto pare tra le fila del Partito Democratico sarebbero in 40 a votare per Stefano Rodotà. Nasce la corrente di Pippo Civati?

11.58 «Boh, vediamo…». È la laconica risposta del segretario del Pd Pier Luigi Bersani mentre è in corso il primo scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica, ai cronisti che gli chiedono se Franco Marini possa essere eletto al primo voto (Agi)

11:54 Dopo aver votato Pier Luigi Bersani si è fermato a parlare con Angelino Alfano e Mario Monti. Nuove maggioranze di governo in vista? 

11:50 – Davanti a Montecitorio, intanto, gli elettori del Pd protestano. Su uno striscione è scritto: «Rodotà è il cambiamento, Marini è il fallimento»

11:45 Marini intercettato fuori casa da Sky dice: «Stamattina ho sentito Ciriaco De Mita, il vecchio De Mita, sempre lucidissimo. La pipa? Ce l’ho, ma in questo momento fumo i toscani»

11:41 D’Alema: «Sono persuaso che Marini potrà essere un buon presidente della Repubblica»

11:37 D’Alema ammette: «Si è arrivati alla candidatura di Franco Marini in modo sofferto e con un metodo che ha potuto creare comprensibili turbamenti, ma ora dobbiamo valutare l’opportunità per il Paese, di un candidato che deve essere eletto con un ampio consenso e che è persona le cui qualità politiche e morali non possono essere messe in discussione da nessuno».

Anche perché, aggiunge, Marini sarà un buon Presidente: «Da sempre vicino alla gente semplice e al mondo del lavoro. Oggi abbiamo bisogno di una personalità in grado di riavvicinare i cittadini alle istituzioni». 

11: 35 – Bossi su Marini «è uno che ha fatto politica in piazza e non dietro al computer»

11:11 – Per la Lega è chiaro: voteranno Marini. Parola di Bossi, dal Transatlantico

11:10 – Con Rodotà anche Pippo Civati del Pd:

Alla prima, voto Rodotà: ciwati.it/2013/04/18/all… #midispiace

— civati (@civati) April 18, 2013

11:05 – Voci da Milano. L’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran (Pd) scrive su Facebook: «Chi non vota Marini non è un franco tiratore, l’italia giusta si fa con scelte giuste, cambiamo il Paese, cambiamo il Pd. Passaparola!»

11:00 – «Sento tutto il peso della responsabilità del voto di oggi. Per questo non voterò Marini, perché penso che mai come adesso salvare il Pd è salvare l’Italia, “il bene comune”». Lo scrive su Facebook la deputata fiorentina del Pd, Elisa Simoni.

10:58 – Per la prima volta nella storia della Repubblica italiana, il senatore Giulio Andreotti non prende parte all’elezione del Presidente della Repubblica per motivi di salute. 

10:45 – Ignazio Marino, candidato sindaco a Roma per il Pd, va contro la scelta di Marini. Secondo lui almeno il 50% dei gruppi del Pd è contro questo nome. Lo riferisce ai microfoni di La 7. Il candidato ideale sarebbe Rodotà.

10.30 – Sui social network, intanto, cresce il malcontento della base del Partito democratico sull’accordo Pd-Pdl sul nome di Franco Marini. Debora Serracchiani, deputata del Parlamento europeo per il Pd, aveva scritto dal suo account Twitter già nella serata di ieri

Il possibile accordo su #Marini al #Quirinale è scelta gravissima. Sarebbe vittoria della conservazione in un momento in cui serve coraggio.

— Debora Serracchiani (@serracchiani) 17 aprile 2013

10.12 – Il presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini ha aperto la seduta per l’elezione del Presidente della Repubblica. Dopo aver consultato i membri dell’ufficio di presidenza delle due camere, Boldrini ha ritenuto valide tutte le elezioni dei delegati regionali. La chiama avviene in ordine alfabetico: prima i senatori a vita, i senatori, i membri della camera dei deputati e infine i delegati regionali. La prima a votare è il parlamentare Argentin del Pd, seguita dal senatore della Lega Nord Roberto Calderoli.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter