Hai pagato puntuale l’Imu? Il governo ti penalizza

Dopo gli esodati di Monti, il pasticciaccio brutto di Letta-Alfano

Prima gli esodati, poi l’Imu. Tecnico o politico che sia, il governo quando sbaglia lo fa clamorosamente. Succede che, come ha spiegato il coordinatore della Consulta dei Caf, Valeriano Canepari, ci sarebbero 100mila contribuenti che hanno già pagato l’Imu sulla prima casa attraverso la compensazione sul 730. Puntuali e onesti, direte voi. Peccato che ora dovranno tornare in fretta, c’è tempo fino al 31 maggio, a rifare la dichiarazione dei redditi, per non perdere il credito fiscale faticosamente riconosciuto. Per la gioia dei commercialisti. C’è di più: non si sa ancora quali aliquote applicare sulle seconde case, visto che non tutti i Comuni le hanno comunicate. Si fa presto a dire sospendiamo l’Imu. Ma gli effetti, per quanto benefici siano sul breve termine, sono mitigati da tutta una serie di oneri ulteriori sul cittadino normale che fa solo il suo dovere di contribuente. E per questo è sempre svantaggiato. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter