Se il ministro dell’Interno è in piazza a manifestare

Se il ministro dell’Interno è in piazza a manifestare

Brutto clima a Brescia, dove il Pdl scende in piazza per una grande manifestazione ma si trova la piazza divisa in due. Da una parte i fedelissimi di Berlusconi, che lo acclamano. Dall’altra una corposa rappresentanza di contestatori. Scoppia qualche scazzottata, ci scappa il ferito in volto (foto), vengono bruciate bandiere del Pdl e tra cordoni e spintoni, la polizia a momenti sbanda. I dirigenti del Pdl, tra cui un infuriato Maurizio Gasparri (tra i più contestati), si lamentano – giustamente – delle intimidazioni e dicono che ci vorrebbe un migliore ordine pubblico. Diciamo che, quantomeno, ci vorrebbe un ministro dell’Interno. Se solo non fosse impegnato, in quella stessa piazza, a manifestare…

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter