Basta comizi corsari, ormai Grillo fa conferenze stampa

Il vecchio che avanza

Cosa non si fa per non scomparire. Perfino rinverdire i vecchi riti della politica. Stiamo parlando di Beppe Grillo che, dopo la batosta elettorale, non trova niente di meglio che ricorrere, udite udite, a una banalissima e usuratissima conferenza stampa (con gli odiati giornalisti) dopo l’incontro con Napolitano. Finiti i tempi del boom, è scivolato, di pagina in pagina, nelle pieghe nascoste dei giornali (il Corriere dava la notizia del suo incontro col presidente della Repubblica a pagina 9, taglio basso). Fuori dai palinsesti televisivi, lontano dalla ribalta, è evaporato nel caldo dell’estate. Ma adesso tutto cambierà, grazie a una conferenza stampa. Una sorpresa: proprio non credevamo che l’Italia del futuro, iperconnessa e senza rappresentanti, dovesse passare ancora da lì.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta