L’innovazione della solitudine (ai tempi di Facebook)

Più tecnologia, meno rapporti umani

Collezioniamo amici come francobolli, preferiamo la quantità delle connessioni alla qualità delle conversazioni, proclamiamo a tutti la prosperosità della nostra vita sociale: ma stiamo diventando, ineluttabilmente e innegabilmente, più soli che mai.

Quello della solitudine ai tempi di Facebook è un tema trattato a lungo, in tempi recenti, da esperti di psicologia ed analisti dei social network. Davvero con il proliferare delle nostre interconnessioni web rischiamo di perdere il controllo sulle nostre relazioni reali?

È una questione di tempo: quello che spendiamo a scegliere le nostre migliori foto profilo, sottraendolo a quello che – cinque anni fa – avremmo dedicato ad un incontro faccia a faccia davanti ad una birra o un bicchiere di vino. Ci aspettiamo sempre di più dalla tecnologia, sempre meno dalle altre persone.

Mentre conduciamo le nostre esistenze nell’era del “condivido quindi sono”, dovremmo porci alcune fondamentali domande: ci viene in aiuto questo bellissimo video, realizzato da Shimi Cohen e ispirato al libro di Sherry Turkle “Alone Together”. Tanto vero quanto drammatico, il filmato animato si intitola The innovation of loneliness ed è un vero e proprio gioiello grafico. 

twitter @valeriobassan