Silvio intima: zitti tutti, Mediaset perde in Borsa

Turbolenze politiche e in Piazza Affari

«In questa situazione di difficoltà per il nostro Paese e di confronto tra le forze politiche, il dibattito all’interno del Popolo della Libertà, che nasce come chiaro segnale di democrazia, viene sempre più spesso alimentato, forzato e strumentalizzato dagli organi di stampa». È uno dei passaggi della nota con cui Berlusconi intima il silenzio stampa ai suoi fedelissimi. Aggiungendo: «La passione e l’impegno generoso dei nostri dirigenti e dei nostri militanti, anche negli ultimi giorni, vengono riportati e descritti a tinte forti, quasi fossero sintomi di divisione e di contrasto». Altro che strumentalizzazioni: il comunicato arriva nel giorno in cui Piazza Affari risulta il peggiore listino europeo, lo spread risale e il titolo Mediaset attualmente perde il 6% dopo essere stato sospeso più volte nel corso della seduta per eccesso di ribasso. Sono i trader, tornati dalle vacanze, a vendere: la piazza londinese infatti è chiusa per festività. Le burrascose dichiarazioni di Alfano post vertice di Arcore stanno affossando le aziende di B. Il quale, come ha calcolato Ettore Livini su Repubblica, ha già perso 150 milioni di euro nello spazio di mezza giornata.