Nei prossimi mesi trovare un lavoro sarà un’impresa

Le previsioni di Manpower Group

Brutte notizie per chi cercerà lavoro nei prossimi tre mesi. Manpower Group Italia ha pubblicato le previsioni sull’occupazione del quarto trimestre 2013. Nonostante alcuni settori mostrino timidi segnali di ripresa, «ci troviamo di fronte ai dati più deboli registrati dalle Previsioni Manpower sull’occupazione dal 2003». Su mille datori di lavoro, solo il 5% prevede nuove assunzioni, mentre il 72% manterrà invariati gli organici. Peggio ancora, il 22% prevede una riduzione del personale. 

CONFRONTO TRA SETTORI
Nel quarto trimestre del 2013, in nove comparti industriali su dieci i datori di lavoro prevedono di ridimensionare gli organici. E rispetto allo scorso anno in sei settori su dieci c’è una minore propensione ad assumere.

Le prospettive di assunzione più deboli riguardano i trasporti e le comunicazioni, settore in cui la previsione netta sull’occupazione si attesta a -22 per cento. Segnali positivi invece per il comparto elettricità, gas e acqua, in cui si prevede un aumento dell’occupazione di +2 per cento (+4% rispetto al trimestre precedente)

Il miglioramento maggiore rispetto al trimestre precedente, con un +6% di assunzioni, si avrà invece nei settore finanziario, assicurativo, immobiliare e dei servizi alle imprese. 

CONFRONTO TRA AREE GEOGRAFICHE
La riduzione delle assunzioni riguarderà tutto il Paese. Le peggiori previsioni riguardano il Mezzogiorno e le isole, dove ci sarà un meno 24 per cento di posti di lavoro offerti. Deboli prospettive anche a Nord Ovest, con un meno 15 per cento. Meno 8 per cento nel Nord Est, meno 6% nel Centro (con un lieve miglioramento di 3 punti percentuali rispetto allo scorso anno). 

La situazione peggiore, rispetto al 2012, si ha al Sud e nelle isole, con meno 13%, e nel Nord Ovest, con meno 8 per cento. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter