Scopri se sai dormire come un grande artista

Quando dormivano

Di solito quando si pensa a pittori e scrittori o compositori al lavoro, l’immaginazione si rifà a un repertorio classico che vede anime sofferenti prese in lunghi lavori notturni, presi dall’ispirazione e rapiti dal mondo dei comuni mortali. Niente di più falso.

Lo avevamo già visto grazie all’infografica sul ciclo del sonno di grandi scrittori, ma il discorso vale anche per pittori, filosofi e musicisti: Caikoskij dormiva come un ghiro; Kant ogni giorno faceva le sue identiche passeggiate. Thomas Mann dormiva senza problemi nel primo pomeriggio.

Questa infografica, presa da Info We Trust, racconta le abitudini di artisti, pensatori e scienziati. Ed erano, ahinoi, poco simili a quelle del genio pazzo e visionario e molto, forse troppo vicine al borghese tranquillo, che dorme di notte e di giorno produce.

Per vedere l’infografica ingrandita clicca qui

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter