Germania, colosso dai piedi d’argilla?

Germania, colosso dai piedi d'argilla?

Il 14 di agosto, Il Pil tedesco, dopo un I trimestre relativamente positivo, +0,7%, è calato di 0,2 punti percentuali nel secondo. Un risultato inatteso, a detta di molti, e sotto le aspettative, così come sotto le aspettative erano stati i dati degli ultimi mesi sulla produzione industriale. In realtà, dei segnali che indicavano che la crescita della Germania degli ultimi due anni aveva delle zone d’ombra ce n’erano stati. Così come, più in generale, era difficile pensare, perlomeno a posteriori, che il principale partner commerciale di Italia e Francia non avrebbe pagato i guai di questi ultimi due paesi. 

In questo dossier abbiamo provato a mettere assieme una specie di cronistoria delle nostre analisi e inchieste che raccontavano le zone d’ombra di Merkelandia. Non per mettere il dito nella piaga, né per gioire di (relative) disgrazie altrui che significano guai anche per noi, né per appuntarci al petto la medaglia di quelli che l’avevano detto. Quanto piuttosto perché il caso tedesco insegna due cose. La prima: che la ricetta magica  (austerità + salari bassi  = competitività + export) magica non è. La seconda: che o se ne esce tutti assieme, o si affonda tutti assieme. 

15 agosto 2014
Italia, Germania, Francia: un calo che fa male a tutti
Domande e risposte per capire i motivi della discesa e gli effetti che avrà sul futuro dell’Europa
di Francesco Cancellato

13 agosto 2014
Il paziente tedesco: anche in Germania torna la crisi?
Rallenta l’economia tedesca, inevitabili le conseguenze negative su Italia ed Eurozona. Ecco perché.
di Silvia Favasuli e Francesco Cancellato

8 luglio 2014
I cinque trucchi con cui la Germania bara sui conti
Banche pubbliche, debiti dei Comuni, rispetto delle regole: sono i più bravi o solo i più furbi?
di Francesco Cancellato

5 luglio 2014
Merkel e il ritorno della Questione tedesca
La Germania non ha fremito egemonico, ma si chiude in sé stessa senza pensare agli interessi europei
di Stefano Cingolani

25 giugno 2014
Ogni volta che la Bce decide, la Germania gode
Perché il rilancio delle cartolarizzazioni avvantaggia la Cassa depositi e prestiti tedesca
di Antonio Vannuzzo

22 maggio 2014
Miracolo Polonia, viaggio nell’ex Cina della Germania
Il costo del lavoro non spiega tutto. Nella fabbrica d’Europa la competizione ora è sulla qualità
di Laura Lucchini e Fabrizio Patti

5 aprile 2014
Il lato oscuro di Merkelandia
In Germania cresce il Pil ma anche i lavoratori poveri, le disuguaglianza e le mense per indigenti
di Silvia Favasuli, infografica di Carlo Manzo

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter