Quando Facebook riporta a galla brutti ricordi

Quando Facebook riporta a galla brutti ricordi

Lo scorso 24 marzo, Facebook ha attivato una nuova funzione, chiamata “Accadde oggi”. La funzione — che non è non ancora disponibile o non è ancora stata attivata per tutti gli account — è il Facebook dei ricordi: mette insieme in una sola pagine aggiornamenti di stato, foto, video dal passato, recuperandoli dall’archivio dai post degli anni passati, andando indietro esattamente uno, due, tre, quattro anni… fino al momento in cui avete aperto il vostro account Facebook.

Facebook promuove la funzione con immagini di padri felici con bambini sulle spalle e di coppie nel giorno del proprio matrimonio, ma per alcuni utenti la realtà è un po’ diversa. Non tutti vogliono rivedere e rivivere i propri ricordi, specialmente quando questi ricordi sono tristi o brutti. E considerando che per molti Facebook è diventato una vera e propria casa digitale, di questi brutti ricordi sono piene le bacheche: persone a cui volevamo bene che sono morte, relazioni che non sono andate a finire bene, sogni che non sono mai diventati realtà.

Facebook dice di aver preso delle precauzioni per evitare di riportare a galla ricordi dolorosi (alcuni già si erano già lamentati della funzione “il tuo anno in breve” lanciata a fine 2014, che aveva forzato a riviere esperienze traumatiche, come la morte di una figlia). Ad esempio, se hai aggiunto e tolto una persona dalle tue relazioni su Facebook, la nuova funzione non mostrerà post di quella persona, così come non mostrerà i post di account memoriali, quelli bloccati dopo la morte del proprietario. Ovviamente nessun filtro potrà mai funzionare al 100% e con oltre un miliardo di utenti, qualcuno che rivedrà qualcosa che avrebbe avrebbe preferito non rivedere ci sarà.

The Verge scrive che è «inevitabile che riproporre vecchi post per ogni giorno a ogni utente di Facebook causi qualche dolore». Ma che data la enorme forza della nostalgia, sembra impossibile che Facebook smetta di provare a costruire la funzione perfetta, anche nonostante i problemi avuti in passato.

Se volete provare la funzione (sempre che sia stata già attivata per il vostro account) potete andare alla pagina dedicata. Siate solo pronti ad affrontare quello che potreste trovarci.