Festival e droghe: l’infografica degli abbinamenti giusti

Festival e droghe: l’infografica degli abbinamenti giusti

Prima, c’è la musica. Poi il sudore. E infine, le droghe. È la triade dei festival musicali, gli elementi costitutivi. Per ogni festival c’è una musica diversa, più o meno. E per ogni festival c’è una droga diversa. Più o meno. Le cose sono intrecciate.

Lo illusta bene questa infografica, elaborata su studi pubblicati da DrugAbuse.com, sito che si occupa di fornire assistenza e dare una mano a persone dipendenti da sostanze stupefacenti. L’illustrazione è chiara, e chiaro deve essere l’intento: se ne parla in modo leggero, ma prendere droghe è dannoso e pericoloso. Oltre che, in certi Paesi, anche illegale.

Il festival che vince più posizioni è il Burning Man, l’appuntamento annuale californiano: al primo posto per funghetti, crack, DMT, LSD e mescalina. Copre, insomma, l’area allucinogeni.

Per chi volesse Mdma, Molly ed Ecstasy si suggerisce l’Electric Daisy Carnival, festival itinerante degli States, mentre la marijuana si trova bene al Marley Fest, è non è una sorpresa.

Clicca qui per vedere l’infografica completa