Scuola della vita: come imparare a fischiare con le dita

Una cosa semplice che però sanno fare in pochi. Gli altri stanno a guardare e rosicano. Eppure si può imparare in poco tempo, se si hanno le istruzioni giuste

Ci sono cose che solo le persone di successo sanno fare. Arricchirsi? Certo. Ottenere il potere? Come no. Ma la più complicata, forse, è riuscire a fischiare con le dita. Quanti, vedendolo fare nei film o dagli amici, hanno provato a imitarli? Tutti. E quanti hanno fallito al primo tentativo? Tutti (poi quelli più perseveranti hanno trovato la formula giusta e adesso lo sanno fare, non senza pavoneggiarsi).

È un’arte più complicata di quanto non appaia a prima vista. Non basta praticarlo fino a quando non si trova il modo giusto. Serve un’impostazione tecnica precisa. In altre parole, ci sono i trucchi per imparare e li si trova, in modo piuttosto facile, anche in rete.

Ad esempio, qui, su The Art of Manliness, c’è una spiegazione piuttosto accurata. Come si fa a fischiare? Bisogna prima di tutto sapere che le dita (i medi) devono toccarsi, che le labbra, sia sopra che sotto, devono coprire i denti, che la lingua deve essere piegata all’insù e le dita la devono toccare da sotto. Poi, si soffia. Il filmato (molto chiaro) è corredato da una spiegazione esauriente di tutti i passaggi e, per chi prorpio dovesse avere delle difficoltà, ci sono anche i disegni.

È facile. Quando avrete imparato anche voi, fateci un fischio.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club