#EuropeiControCovid19La sfida dei comunicatori per raccontare le storie di solidarietà durante la pandemia

Al Web Marketing Festival il Parlamento europeo organizza un hackathon in cui studenti, fumettisti e disegnatori proporranno idee per campagne di comunicazione su come far conoscere gli esempi di cittadini che stanno dando una mano concretamente durante la crisi

Come si fa a raccontare le piccole e grandi storie di solidarietà durante la pandemia senza farle dimenticare nel flusso di informazioni quotidiano? La soluzione ancora non c’è, perché la cercheranno il 4 e 5 giugno i tanti studenti, fumettisti, disegnatori e comunicatori che parteciperanno all’hackaton organizzato dal Parlamento europeo all’edizione online del Web Marketing Festival. 

L’hackaton è un evento in cui delle persone lavorano per un periodo di tempo limitato per completare delle sfide e raggiungere una serie di obiettivi. Lo scopo di questo evento è creare delle campagne di comunicazione creativa per raccontare in modo efficace quattro  storie italiane di solidarietà. Nella campagna comunicativa potranno essere usati fumetti, disegni e visual arts di ogni genere. 

Il 6 giugno alle 12.15 verranno presentati i lavori e la squadra vincitrice avrà la possibilità di realizzare la propria campagna, partecipare all’edizione del WMF in programma dal 19 al 21 novembre al Palacongressi di Rimini, l’iscrizione alla WMF Summer School a Monasterace, in Calabria.

Le quattro storie sono state selezionate dall’ufficio in Italia del Parlamento europeo all’interno della sua campagna “Europei contro il covid-19”, lanciata durante le prime fasi della pandemia per mostrare l’empatia e altruismo di cittadini e stati membri in un momento in cui i media stavano riportando solo le azioni egoiste di alcuni governi nazionali. 

La prima storia è quella di Anna e del suo “Progetto Quid” che offre sostegno a donne in condizione di vulnerabilità sociale e grazie al loro lavoro realizzano mascherine certificate che usano materiali riciclati. 

Giuseppe invece è stato nominato tra le “cento eccellenze italiane” dopo la vittoria del concorso dell’Unione europea per i Giovani Scienziati e oggi è impegnato nella creazione di trattamenti medici attraverso la ricerca innovativa. 

Greta è una giovane volontaria del Banco Alimentare dell’Emilia Romagna, mentre Gaia e Tiziana, in bicicletta, con la Croce Rossa Italiana, trasportano mascherine chirurgiche nella cittadine di Bra, in Piemonte.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta