Nuovi iscrittiEnrico Costa ha lasciato Forza Italia e si è unito ad Azione

L’annuncio arriva dal leader del movimento ed ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che adesso può contare sul suo primo rappresentante alla Camera, oltre alla presenza in Senato dell’ex senatore del Partito democratico Matteo Richetti

Afp

Il deputato ed ex ministro Enrico Costa ha lasciato Forza Italia e si è unito ad Azione, il movimento politico dell’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. L’annuncio arriva dallo stesso Calenda su Twitter. Con l’entrata di Costa ora il movimento di Calenda ha il suo primo rappresentante alla Camera, oltre alla presenza in Senato dell’ex senatore del Partito democratico Matteo Richetti.

Costa ha iniziato la sua carriera politica in Forza Italia e poi nel Popolo della Libertà, per poi aderire nel 2013 al Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano. Nel 2016, con la dissoluzione del Nuovo Centrodestra era entrato in Alternativa Popolare ed era stato nominato ministro per gli Affari regionali e le Autonomie del governo Renzi, prendendo il posto di Maria Carmela Lanzetta, carica che mantenne anche durante il governo guidato da Paolo Gentiloni. Il 19 luglio 2017 si era dimesso da ministro in dissenso con il governo e aveva lasciato Alternativa Popolare, per aderire poi al movimento Noi con l’Italia (insieme a Raffaele Fitto, Maurizio Lupi, Saverio Romano, Enrico Zanetti e Flavio Tosi). Alle elezioni politiche del 2018 era stato eletto con la coalizione di centrodestra nel collegio uninominale di Alba e il 19 aprile dello stesso anno aveva lasciato Noi con l’Italia ed era tornato in Forza Italia.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta