Prima edizioneStefano Lucchini vince il Premio Ferpi per la comunicazione e le relazioni pubbliche

Il Chief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo riceve il riconoscimento per la capacità di creare sistemi di relazioni stabili e proiettati verso il futuro, l’attenzione costante ai temi della sostenibilità sociale d’impresa, e la capace di interpretare e innovare i canoni di una professione complessa

Stefano Lucchini/Intesa Sanpaolo

«Capacità di creare sistemi di relazioni stabili e proiettati verso il futuro, attenzione costante ai temi della sostenibilità sociale d’impresa, approccio discreto e fermezza nel prendersi cura della qualità del suo operato. Questo e molto altro fa di Stefano Lucchini un esempio indiscusso per tutti i relatori pubblici, perché capace di interpretare e innovare i canoni di una professione complessa, essenziale in una società aperta e moderna». Con queste motivazioni è stato assegnato il Premio Ferpi per la Comunicazione e le Relazioni Pubbliche a Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo.

Il riconoscimento è alla sua prima edizione e va al professionista che si è distinto nel corso dell’anno con percorsi di comunicazione e relazioni pubbliche di eccellenza. Il premio è stato promosso dalla Federazione Relazioni Pubbliche Italiana e dalla sua Presidente, Rossella Sobrero, su iniziativa delle Delegazioni Ferpi Lombardia e Ferpi Sicilia, per celebrare la professione del comunicatore e del relatore pubblico, premiando annualmente quei percorsi virtuosi che oltre a rivelarsi efficaci per la organizzazione di riferimento abbiano avuto un più ampio impatto positivo sulla comunità di appartenenza e più in generale sulla società, contribuendo alla diffusione dei valori di trasparenza, etica e fiducia.

La cerimonia di premiazione, condotta dalla giornalista di SkyTg24 Ilaria Iacoviello, è stata trasmessa in streaming oggi, martedì 22 dicembre, alle 18.00, dalla pagina Facebook di Ferpi e dal sito del Sole 24 Ore. Hanno partecipato Rossella Sobrero (Presidente Ferpi), il presidente del Comitato Promotore del riconoscimento Alessandro Papini, Antonio Calabrò – Senior Advisor Culture Pirelli – e Amanda Succi, delegata Ferpi Sicilia.

«Questo premio – ha detto Rossella Sobrero in apertura dell’evento – è l’occasione per sottolineare ancora una volta l’impegno di Ferpi per il riconoscimento del ruolo strategico della comunicazione. Un impegno che l’associazione porta avanti da oltre 50 anni e che si concretizza in tante iniziative diverse: dal sostegno all’attività dei professionisti alla crescita della cultura della comunicazione, dalla formazione dei soci all’orientamento dei corsi di laurea in comunicazione per avvicinare mondo della formazione e mondo del lavoro».

Apertura, condivisione, collaborazione sono le parole chiave di Ferpi per una crescita consapevole e sostenibile della società e del mercato.

«Un premio nel 50esimo di Ferpi – ha commentato Alessandro Papini, Presidente Comitato Promotore – che coincide con l’anno più complesso e doloroso degli ultimi tempi. Siamo stati sommersi da un’ondata emozionale incredibile, fatta di paure e speranze, incertezze e voglia di ricominciare».

È intervenuto con un keynote speech dal titolo “Rem tene, verba sequentur” Antonio Calabrò, Senior Advisor Culture Pirelli: «In tempi così difficili e carichi di tensione la comunicazione deve insistere sui valori di fondo che caratterizzano un discorso pubblico responsabile: la trasparenza, la correttezza delle informazioni, la capacità di costruire un’ampia conoscenza dei problemi, per arrivare a un dibattito ampio e consapevole sulle ragioni di fondo delle scelte e delle soluzioni dei problemi economici e sociali aperti. Viviamo una stagione di crisi delle democrazie liberali. E una rinnovata e rinsaldata etica della comunicazione è uno strumento indispensabile per rafforzare le istituzioni della società aperta in cui crediamo».

Al momento della consegna del Premio, intervistato dalla delegata di Ferpi Sicilia Amanda Succi, Stefano Lucchini ha ringraziato Ferpi per il riconoscimento, «che viene da professionisti quindi doppiamente significativo», e ha parlato dell’importanza di saper curare comunicazione e relazioni pubbliche in qualunque aspetto della vita sociale, non solo nella realtà aziendale: «Credo che la prova più difficile della nostra generazione, quella che stiamo vivendo a seguito della pandemia, debba far sì che anche le relazioni pubbliche siano sempre più attente all’interesse generale. Nello spirito della Costituzione, solo una nuova stagione di coesione sociale può aiutare le nostre aziende e le nostre istituzioni a superare le gravi difficoltà di oggi».

Il Premio Ferpi ha avuto il sostegno di molti partner in questa edizione: Arti Grafiche Boccia, Canon Italia, Connexia, L’Eco della Stampa, Secursat, Sinergia network.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia