Primo giornoJoe Biden firma 17 provvedimenti e introduce l’obbligo della mascherina

Dopo aver giurato, il nuovo presidente americano si è messo subito al lavoro firmando ordini esecutivi e direttive per smantellare alcune delle principali politiche dell’amministrazione Trump. Tra i decreti, la protezione dei “Dreamers”, la fine della costruzione del muro di confine e il rientro degli Usa negli accordi di Parigi sul clima

(AP Photo/J. Scott Applewhite)

Il primo pomeriggio di Joe Biden dietro la scrivania presidenziale è stato produttivo. A poche ore dall’insediamento, il nuovo presidente degli Stati Uniti ha firmato 17 ordini esecutivi, memorandum e proclami per smantellare le politiche dell’amministrazione Trump che, secondo i suoi collaboratori, hanno causato il «danno maggiore» alla nazione – come riporta il New York Times.

Le prime azioni di Biden come presidente mirano a spazzare via i provvedimenti di contrasto alla pandemia dell’ex presidente, invertire la sua agenda ambientale, abbattere le politiche anti-immigrazione, sostenere l’economia in bilico e ripristinare gli sforzi federali per promuovere la diversità.

Il primo ordine esecutivo firmato riguarda l’obbligo di portare la mascherina nelle aree di giurisdizione federale, dai palazzi governativi ai mezzi di trasporto che collegano i diversi Stati americani, oltre all’obbligo di distanziamento sociale.

Sul fronte dei rapporti internazionali, come preannunciato, Biden ha firmato un provvedimento per il ritorno degli Stati Uniti negli accordi di Parigi sulla lotta al cambiamento climatico, e nell’Organizzazione mondiale della sanità (che sarà in vigore dal prossimo 6 luglio).

Sempre sul fronte ambientalista, uno dei provvedimenti prevede il blocco della costruzione dell’oleodotto Keystone XL che deve collegare il Canada al Golfo del Messico, attraversando alcuni territori dei nativi americani.

Sul fronte immigrazione, viene cancellato il cosiddetto Muslim Ban, che prevedeva le restrizioni all’ingresso da nazioni islamiche. Si rafforza invece la difesa contro le espulsioni degli immigrati irregolari che arrivano negli usa da bambini, i cosiddetti Dreamers che già Barack Obama aveva deciso di proteggere. Biden ha anche firmato un provvedimento che blocca la costruzione del muro di confine con il Messico: l’ordine include una “risoluzione immediata” della dichiarazione di emergenza nazionale che ha permesso all’amministrazione Trump di reindirizzare miliardi di dollari al muro.

Ci sono poi due provvedimenti che invece riguardano emergenze sociali legate alla crisi economica dovuta alla pandemia: si proroga la moratoria sugli sfratti e sul pagamento degli interessi per i prestiti agli studenti.

Sul New York Times l’elenco completo dei primi provvedimenti di Joe Biden.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia