Nuova emergenzaLa Cina ha annunciato il primo decesso da coronavirus degli ultimi otto mesi

Il Paese ha registrato ieri 138 nuovi casi di Covid-19, toccando i massimi da marzo 2020. Intanto è giunto a Wuhan il team di esperti internazionali dell’Organizzazione mondiale della sanità che dovrà lavorare per ricostruire l’origine del virus

lapresse

La Cina ha annunciato il primo decesso dovuto a coronavirus degli ultimi otto mesi. Il Paese ha registrato ieri 138 nuovi casi di Covid-19, toccando i massimi da marzo 2020. Secondo la Commissione sanitaria nazionale le infezioni domestiche sono state 124 e quelle importate 14. I nuovi contagi domestici sono in gran parte concentrati nella provincia di Hebei (81) e in quella settentrionale di Heilongjiang (43), che da ieri è in stato di emergenza.

Intanto, è giunto a Wuhan il team di esperti internazionali dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che dovrà, con gli scienziati cinesi, lavorare per ricostruire l’origine del virus. La squadra di esperti, dopo lo sbarco, è stato sottoposto al tampone e al test sierologico per il coronavirus e ad attenderli, adesso, è un periodo di quarantena, prima di potere iniziare le indagini sul campo assieme ai loro colleghi cinesi. A due membri del team investigativo è stato negato l’ingresso nel Paese dopo che la loro positività è stata registrata tramite i test sugli anticorpi fatti a Singapore.

L’obiettivo degli scienziati è verificare se il primo focolaio di coronavirus si fosse effettivamente sviluppato nella città cinese dove erano stati osservati per la prima volta diversi casi sospetti di polmonite, nel dicembre del 2019, che erano poi risultati collegati al “nuovo coronavirus” (classificato come SARS-CoV-2). Le indagini, attese da tempo, saranno avviate dopo mesi di negoziati tra l’Oms e il governo cinese, che inizialmente aveva rifiutato la possibilità di un’inchiesta indipendente sul coronavirus.

Gli scienziati poi parleranno con il personale degli istituti di ricerca e degli ospedali della città e condurranno ricerche anche nel mercato di pesce e animali selvatici di Wuhan da cui si ritiene sia partita l’infezione.

Nel frattempo, da alcuni mesi la vita a Wuhan è tornata relativamente normale, mentre nelle ultime settimane in alcune zone della provincia cinese dell’Hebei, circa 300 chilometri a sud-ovest di Pechino, sono stati individuati nuovi focolai di coronavirus, che hanno portato le autorità locali a rafforzare le misure di sicurezza.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta ForecastÈ arrivato Linkiesta Forecast + New York Times

Il nuovo super magazine Linkiesta Forecast, in collaborazione con il New York Times, è pronto.

Duecentoquaranta pagine sugli Scenari 2021, le tendenze, l’agenda globale della nuova èra post Covid.

Con interventi di Premi Nobel, di dissidenti, di campioni dello sport, di imprenditori, di artisti, di stilisti, di ambientalisti e delle firme de Linkiesta e del New York Times.

Un progetto straordinario de Linkiesta che si aggiunge al Paper, a K, ad Europea, a Gastronomika, ma reso ancora più eccezionale dalla partecipazione del New York Times, in esclusiva per l’Italia.

Prenotatelo adesso, sarà spedito con posta tracciata a partire dal 7 gennaio (al costo di 5 euro per l’invio), e si troverà anche nelle edicole di Milano e Roma e nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (seguirà elenco).

10 a copia