The GameSulla rotta balcanica è calato di nuovo il sipario

Silvia Maraone, coordinatrice del progetto umanitario di Ipsia-Acli in Bosnia è diventata una sorta di Virgilio per forestieri, europarlamentari, reporter, aspiranti volontari e curiosi che arrivavano nel cantone bosniaco di Una-Sana per vedere con i loro occhi i migranti intrappolati fra due confini

Nuove radici

Il giornalismo mainstream segue sempre la corrente forse perché a risalire (la corrente) si rischia di fare la fine dei salmoni. A febbraio, – davanti alle immagini drammatiche dei profughi nel campo di Lipa immersi nella neve o accampati in edifici abbandonati in attesa di riprovare a superare il confine quasi invalicabile della Croazia -, lo avevamo messo in conto. Sapevamo che l’assedio mediatico su quanto accadeva (e continua ad accadere) nel cantone bosniaco di Una-Sana, ultima tappa della rotta balcanica che porta a Trieste, sarebbe durato poco.

E infatti, ora che i riflettori si sono spenti, abbiamo deciso di pubblicare le riflessioni di Silvia Maraone, coordinatrice del progetto umanitario di Ipsia-Acli in Bosnia, a Bihac. Stamane ci ha scritto: «La neve oggi si è sciolta di nuovo, qui è calato un silenzio terribile». Silvia Maraone, esperta di Balcani e migrazioni nella regione, coordina i progetti a tutela dei rifugiati e richiedenti asilo lungo la rotta balcanica in Bosnia Erzegovina e Serbia, sul suo blog si definisce con ironia

Continua a leggere su Nuove radici

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

K - Linkiesta FictionPreordina qui il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta

Ci siamo: il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta curata da Nadia Terranova, è in stampa e sarà in distribuzione dal 15 maggio nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco), oltre che direttamente qui sul sito de Linkiesta.

Il tema del secondo numero di K è la Memoria.

Gli autori che hanno partecipato a questo numero con un racconto originale scritto appositamente per K sono:
Viola Ardone, Stefania Auci, Silvia Avallone, Annalena Benini, Giulia Caminito, Donatella Di Pietrantonio, Davide Enia, Lisa Ginzburg, Wlodek Goldkorn, Loredana Lipperini, Pasquale Panella, Francesco Piccolo, Alberto Schiavone, Simonetta Sciandivasci, Andrea Tarabbia, Alessandro Zaccuri.

C’è anche l’anteprima dei romanzi di Karl Ove Knausgård e di Ali Smith, entrambi in uscita in Italia nei prossimi mesi.
Il volume ospita anche tre mini racconti di Stefania Auci, Rosella Postorino e Nadia Terranova.

Preordina K – Memoria sul sito de Linkiesta a 20 euro più 5 di spese postali. Il volume sarà spedito dal 17 maggio e arriverà in due giorni in tutta Italia. Oppure compralo a 20 euro nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco).

Per acquistare più copie di K, scrivere qui.

20 a copia