Francesca d’AlojaNotizie online, vite altrui, Radiohead e la leggenda del cantare sotto la doccia

PIERGIORGIO PIRRONE / LA PRESSE

Francesca d’Aloja, attrice e scrittrice, l’anno scorso ha pubblicato “Corpi speciali” per La Nave di Teseo. Qui risponde al questionario de Linkiesta, ispirato a The Interrogator di Monocle, sui suoi consumi informativi e culturali e su cosa fa quando è in serata autolesionista.

A che cosa sta lavorando?
Continuo la mia ricerca di “Corpi speciali”, scrivo ritratti di persone ingiustamente poco conosciute. Quando si tratta di personaggi famosi cerco di raccontare fatti poco noti che li riguardano. Questo significa che trascorro ore e ore immersa nelle vite altrui.

Appena sveglia, dove cerca le notizie del giorno?
Non compro giornali da tanto tempo ormai. Le notizie le trovo online, tanto è impossible sfuggire.

Legge i giornali a colazione col caffè, con una spremuta o con che cos’altro?
Colazione a letto con caffè, latte di riso, cereali e biscotti integrali.

Sotto la doccia cosa canticchia?
Credo sia una leggenda, nessuno canta sotto la doccia.

In che ordine legge i giornali?
Il Foglio solo nel weekend, Linkiesta tutti i giorni (mi arriva via mail), il Post.

Che musica sta ascoltando ultimamente?
Tamino, Radiohead sempre e comunque, ma in generale ascolto la stessa musica da sempre, prevalentemente degli anni ’70. Ultimamente ho scoperto una giovane pianista polacca che mi piace molto, Hania Rani.

Come la ascolta: in streaming, vinile, alla radio?
Radio, streaming, e playlist personali col bluetooth.

I magazine che non mancano sul divano nel weekend?
No magazine. Ogni tanto la Lettura.

L’ultimo libro che le è piaciuto?
“Il vento selvaggio che passa” di Richard Yates e, visto che sto lavorando su di lui, mi sono letta la sua biografia di 700 pagine e riletta alcuni suoi capolavori che mi sono piaciuti, di nuovo, tantissimo. Sono un tipo maniacale.

Che serie tv sta guardando?
Ho concluso una full immersion di “Le Bureau” e già mi sento orfana. Poi “Anna” di Niccolò Ammaniti

Social di riferimento?
Instagram (il mio preferito) e Twitter, che amo e odio

Si addormenta con un libro, con una serie tv o con un talk show?
Un libro. Ultimamente leggo moltissimo. Se sono in serata autolesionista, un talk show.
—————————————————————————–
Qui le puntate precedenti di La dieta culturale