Cucina con GastronomikaFiletto di maiale lardellato alle erbe con lenticchie di Castelluccio speziate in umido

Per servire le lenticchie anche sulla tavola di Natale serve una ricetta di impatto, con un ingrediente esotico che regala una sferzata di energia a un piatto tradizionale, abbinato al maiale più morbido che abbiate mai gustato

Ingredienti e dosi per 6 persone:
800 g di filetto di maiale, 12 fette di lardo affettato sottilmente, rosmarino, timo, maggiorana, 500 g strutto, Sale, Pepe
Per le lenticchie: 250 g di lenticchie di Castelluccio, 5 cl di olio extravergine, 20 g di burro, 200 g di cipolla, sedano e carote tritate, 1 peperoncino, 1 spicchio d’aglio, 1 foglia alloro, 100 g di polpa di pomodoro, 1 pizzico ginger secco, sale

Procedimento:
Sgrassare il filetto di maiale; peparlo e spolverarlo con erbe aromatiche tritate. Avvolgerlo nelle fette di lardo. Conservare.
Tritare la cipolla, il sedano e la carota. Far rosolare il trito con olio, burro, aglio e alloro. Unire mezzo litro di acqua fredda, le lenticchie e la polpa di pomodoro. Portare a ebollizione e cuocere 30/40 minuti sino a ottenere un sughetto sufficientemente denso. Aromatizzare con ginger e peperoncino.
Cuocere il filetto di maiale nello strutto a 140° per 30 minuti, verificando il grado di cottura finale. Sgocciolare il filetto dal grasso caldo ed affettarlo.
Servirlo ben caldo con le lenticchie in umido. 

Un piatto che vi consigliamo di gustare con lo Sfursat “5 Stelle” di Nino Negri.