Buone ForkettersIl nuovo progetto di social dining riporta il cibo fuori da Instagram

Dopo aver parlato di ristoranti, fotografato piatti bellissimi e raccontato di esperienze gastronomiche da mille e una notte, abbiamo deciso che era tempo di ritrovarci seduti a tavola insieme a voi, cari lettori di Gastronomika, a fare ciò che amiamo di più: mangiare!

Sei una buona Forketter? Abbiamo inventato  il club che fa per te!
Dopo aver tanto frequentato le cucine dei più grandi chef e condiviso tanto cibo su Instagram, avevamo l’esigenza di iniziare a condividerlo dal vivo. Proprio per questo è nato Forketters!
La ricetta è semplice: una serata esclusiva, uno chef a disposizione, un menu che esplori la sua cucina, due guide d’eccezione e un gruppo di appassionati, per una volta seduti alla stessa tavola, nello stesso momento. Condividere il piacere del cibo e del buon vivere, fuori dai social network, ma in maniera sociale: questa è la nostra idea che abbiamo impacchettato nel format Forketters, in partenza con il numero zero a febbraio 2022.

Anna Prandoni, direttore di Gastronomika, Chiara Buzzi, contributor per GK e food expert, hanno ideato una serie di cene social dal vivo, per esplorare un nuovo modo di condividere il piacere del cibo. Tutto al femminile, e con l’art direction di Gaia Menchicchi, questo progetto è dedicato a tutte le “buone forketters”, come voi che ci leggete e che desiderate entrare più in contatto con il mondo dell’enogastronomia milanese contemporanea e volete scoprire la filosofia che guida le scelte degli chef creativi della città. Voi che desiderate avere migliori strumenti per capire il settore oltre ad avere un rapporto più diretto e privilegiato con gli chef che ammirate.
Noi vi faremo da guida per tutta la serata e accompagneremo la cena facendo da tramite tra voi e gli chef, per costruire un ponte dialettico tra la cucina e chi ama avventurarsi nei ristoranti, con l’intento di scoprire meglio questo mondo, i suoi protagonisti e quante più sfumature possibili.

Forketters vuole raccontare il solco e l’attività di persone – cuochi, osti, camerieri, aiuti cucina, sommelier – che operano in questo settore con personalità, consapevolezza e unicità di proposta. Nel tempo il calendario offrirà una varietà di cucine, così da proporre nel tempo tipologie diverse di ristoranti e offrire a tutti voi la cena del cuore.

Volete scoprire come funziona? Trovate tutto spiegato qui! 

COME FUNZIONA UNA SERATA 

Le serate, fissate in un calendario stabilito di circa una al mese, hanno un menu fisso e un prezzo concordato. Le persone arrivano tutte insieme e ogni serata è riservata a un gruppo di massimo 30 forketters, a seconda dell’ampiezza e della capacità del locale scelto. Si parte con un aperitivo durante il quale ci si conosce tra partecipanti e dove inizia un dialogo con lo chef, con l’introduzione e il supporto delle guide di Forketters.
A seguire, si passa a tavola e la conversazione prosegue tra tutti i presenti, con un focus sui cibi e sui vini serviti e sulla filosofia che guida il ristorante. Nei casi in cui il ristorante è interamente riservato alla serata questo faciliterà la possibilità, a fine esperienza, di fare ulteriori domande allo chef e alla brigata di cucina, per esaudire tutte le curiosità. 

All’interno del calendario di Forketters – disponibile già sul sito – saranno organizzati dei Forketters OFF, ovvero degli incontri – non necessariamente cene ma anche pranzi, degustazioni, colazioni, mini lab –  più focalizzati su uno specifico prodotto o realtà e che vivono in un binario parallelo alla proposta di cucine milanesi contemporanee. Una sorta di Club all’interno del progetto, dove non è richiesta una fee di adesione ma la cui programmazione è destinata ad un pubblico più di nicchia, interessato a fare chiarezza e imparare qualcosa di nuovo ascoltando le testimonianze dirette di produttori ed esperti.

Vi abbiamo convinti? Ci vediamo a tavola, diventiamo buone forketters insieme!