Città laboratorioRipensare la concorrenza, un evento a Milano per vincere le resistenze contro il mercato

Si terrà oggi alle 17:30, all’Acquario Civico, l’incontro organizzato da Giulia Pastorella, consigliera comunale di Azione. Con lei ci saranno Alessandro De Nicola (presidente Adam Smith Society) Andrea Giuricin (Istituto Bruno Leoni), Costantino De Blasi (Liberi Oltre le Illusioni) e Andrea Mazziotti, vicesegretario di Azione

di Daryan Shamkhali, da Unsplash

Tutti contro la concorrenza. Su una cosa il centrodestra e centrosinistra italiani riescono ad andare sempre d’accordo: la difesa delle rendite di posizione. Alla Commissione Industria di Palazzo Madama sono stati presentati circa mille emendamenti al ddl concorrenza e il governo sembra aver accettato di non riuscire a raggiungere l’obiettivo di approvare la norma entro giugno alla Camera. Le resistenze più forti arrivano comunque dal centrodestra, che ha deciso di dare battaglia sulle concessioni balneari, sulle licenze taxi e sui servizi pubblici locali.

Anche se a leggere la stampa e le dichiarazioni dei politici in questo Paese il neoliberismo la fa da padrone, quando si parla di lotta al libero mercato possono nascere strane alleanze, come è successo a Milano pochi mesi fa. Infatti, a gennaio il tema della concorrenza nei servizi pubblici locali è arrivato sui banchi del Consiglio Comunale di Milano quando la maggioranza di centrosinistra ha presentato un ordine del giorno che invitava la Giunta a chiedere formalmente la modifica dell’articolo 6 del Ddl Concorrenza, l’articolo che interviene direttamente sul ruolo dei Comuni e sulla gestione dei servizi pubblici locali, colpevole di costringere gli enti locali a mettere sul mercato i servizi pubblici finora gestiti direttamente dal Comune. Incredibilmente, visto che non succede praticamente mai, maggioranza e opposizione si sono trovate d’accordo e, al netto di due astensioni, tutti i Consiglieri presenti, tranne la sottoscritta, hanno votato a favore.

L’ordine del giorno chiedeva inoltre un ripensamento del modello sociale dettato dalla necessità di affrontare la diseguaglianza sociale e la crisi climatica, evidenziata dalla pandemia, che ha messo in evidenza tutti i limiti di una società guidata esclusivamente dal mercato (SIC!). Tutto questo nonostante oggi il 93% dei servizi pubblici attivi in Italia (fonte: Elaborazione Corte dei Conti, banca dati DT-MEF) sia stato affidato senza gara.

Eppure, noi milanesi siamo i primi che abbiamo dimostrato di saper beneficiare delle opportunità offerte dal mercato per portare le nostre eccellenze anche all’estero. Un esempio su tutti è la nostra ATM (Azienda Trasporti Milanesi), che opera sulla metropolitana di Copenaghen e di recente ha presentato un’offerta per la gestione delle due nuove linee metro automatiche nella città di Parigi.

Partecipando alla maxi-gara transalpina, l’ATM ha dimostrato che chi è capace non ha nulla da perdere, né deve temere la concorrenza. Mettendo a gara i servizi pubblici offre, infatti, l’opportunità di offrire servizi migliori a un miglior prezzo per tutti i cittadini, trovando per ognuno di essi il miglior operatore disponibile. E se l’operatore sarà cittadino, tanto meglio.

Quella per la concorrenza è una battaglia che merita di essere combattuta e per questo, nonostante sia l’unica a pensarla così in Consiglio Comunale, ho ritenuto che valesse la pena rilanciare con un evento sul tema.

“Ripensare (al)la concorrenza” è un incontro aperto al pubblico che si terrà martedì 26 aprile alle ore 17.30 all’Acquario Civico di Milano con alcuni ospiti d’eccezione: Alessandro De Nicola, presidente della Adam Smith Society, Andrea Giuricin dell’Istituto Bruno Leoni, Costantino De Blasi, tra i fondatori dell’Associazione Liberi Oltre le Illusioni e Andrea Mazziotti, il Vicesegretario di Azione.

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter