BiginoPromesse di futuro

Nonostante la situazione internazionale e la preoccupazione per una nuova ondata di peste suina, abbiamo provato a restare leggeri guardando oltre la stretta attualità. Tra nuove aperture che si affacciano nel panorama della ristorazione e luoghi per autentici iniziati, ecco il riassunto dei nostri ultimi sette giorni

IMPASTARE LA PACE
Il nostro focus sulla guerra e sui suoi effetti nel mondo del cibo e del vino prosegue: questa settimana vi abbiamo spiegato l’attrazione chimica che lega il Brasile alla Russia. Nonostante le sanzioni economiche internazionali imposte a Mosca in seguito all’aggressione all’Ucraina, le esportazioni di fertilizzanti verso il Sud America non sembrano aver subito alcun danno o ritardo, segno che la partnership tra Putin e Bolsonaro resta solida. Trovate tutti gli articoli legati al tema nel nostro dossier.

PIATTO DEL GIORNO
Come se non bastasse tutto il resto, la peste suina torna a far paura. Il contagio partito da Piemonte e Liguria si sta estendendo al Lazio dove sono già scattati i provvedimenti di contenimento. Il rischio è che la popolazione di cinghiali che vive nella Capitale possa diventare un pericoloso veicolo per il virus. Ruggero Lenti, presidente di Assica, associazione industriali delle carni e dei salumi, chiede misure urgenti a tutela degli allevamenti e delle aziende di trasformazione.

ALLA CARTA
Se le guide fotografano lo stato dell’arte di un settore, la quarantaquattresima edizione della Guida dell’Espresso è emblematica del momento storico che sta vivendo il mondo della ristorazione. Passata dal gruppo Gedi a BFC Media, continuerà a vivere ma, presumibilmente, non sarà più la stessa di oggi. Come l’universo in costante evoluzione raccontato nelle sue pagine. Che comunque è sempre un lavoro di squadra, come ci ha dimostrato una gara di vela e cucina.
Ma è anche un modo per trainare nuovi progetti di hôtellerie di lusso, come ci dimostra la storia di Dimora Palanca e del suo nuovo (e promettente) ristorante Mimesi.

MENU
L’Italia è sempre più presente sulle tavole, con la mozzarella di bufala in gran spolvero e McDonald’s che italianizza l’hamburger e rappresenta per il settore agroalimentare una boccata d’ossigeno da quasi 240 milioni di euro.

E per chi non ha voglia di stare ai fornelli, la soluzione è sempre più smart e senza sprechi.

Appassionati di formaggi? Vi portiamo a San Lorenzo di Sebato, pochi chilometri da Brunico e dal confine con l’Austria, dove Hubert Stockner ha convertito un vecchio cunicolo di guerra in un luogo in cui affinare i formaggi, meta di pellegrinaggio per chef stellati e non solo.

Naturalmente, nel giro d’Italia non può mancare la pizza: questa volta è nel ruoto. Finita nel dimenticatoio a metà del secolo scorso, questa tipica specialità lucana sta tornando di moda grazie all’intraprendenza di un giovane pizzaiolo che sta facendo proseliti e si è inventato una box per spedirla in tutta la nazione.

Siamo giunti alla fine, anche questa volta. Per il fine settimana noi abbiamo in previsione di andare a piedi sui sentieri della transumanza, percorrendo gli antichi cammini dei pastori, tra siti archeologici, castelli medievali, oasi naturalistiche e buon cibo. Nello zaino ci portiamo il nuovo libro di Matteo Baronetto, pubblicato da Maretti editore in edizione limitata, e un menu che esprimono al meglio la sua idea di cucina, essenziale e sorprendente. Siete sedentari? C’è la dichiarazione d’amore di Lavazza per l’Amazzonia, il nuovo docu-film “Amazonia – The Final Season”, girato nel cuore della foresta peruviana.

Se invece preferite qualcosa di più internazionale, andate ad assaggiare il Lobster Roll, sempre più presente nei menu meneghini.

Questa è la newsletter di Gastronomika che arriva puntuale ogni venerdì all’ora di pranzo. Per riceverla ci si iscrive qui

Siamo sempre alla ricerca di nuovi spunti, suggerimenti e idee per capire meglio il mondo del cibo contemporaneo. E anche della nuova ricetta per il piatto più buono del mondo. Se ce l’hai, o vuoi aiutarci a fare un giornale migliore, puoi scriverci qui: gastronomika@linkiesta.it