Stazione futuroCome partecipare al Festival di Gastronomika con le date e il programma

Mancano due mesi all’evento che riunirà il 5 ottobre al teatro Franco Parenti di Milano, il volto giovane del mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Facciamo un breve riepilogo delle informazioni essenziali: come, dove e soprattutto perché

Prima di partire per le vacanze, segnatevi questa data: 5 ottobre. Come vi abbiamo anticipato, Gastronomika organizza al teatro Franco Parenti di Milano il primo think tank interamente dedicato ai protagonisti dell’enogastronomia italiana under 40: chef, produttori, comunicatori e addetti ai lavori.

«Nel corso della giornata analizzeremo i cambiamenti del settore, coglieremo nuovi spunti di riflessione e getteremo le basi di una nuova visione condivisa da cui ripartire – dichiara Anna Prandoni, direttore di Gastronomika e anima del Festival. Sarà una grande occasione di condivisione, networking e contaminazione che rispecchia perfettamente lo spirito con cui, ormai oltre due anni fa, è nata Gastronomika – continua Prandoni. Insieme con Christian Rocca (direttore editoriale de Linkiesta, ndr) abbiamo pensato a un progetto editoriale capace di evolvere, seguendo le sfide della contemporaneità. Ora quel sogno da cui siamo partiti può finalmente esprimersi in tutta la sua portata».

La giornata si articolerà in tre momenti: una serie di tavoli tematici la mattina (l’evento è su invito, e si svolgerà nel foyer del teatro), quattro talk gratuiti e aperti al pubblico il pomeriggio e una cena a numero chiuso la sera, il cui ricavato al netto dei costi andrà in beneficienza ai profughi della guerra in Ucraina.

L’evento della mattina avrà come protagonisti oltre un centinaio di professionisti del settore, rigorosamente under 40, che si confronteranno sui temi della cucina, della produzione, del vino e dell’accoglienza, condividendo idee, pensieri e progetti proprio come un hackathon.

Il pomeriggio il dibattito sarà aperto al pubblico e sul palco del teatro si alterneranno quattro diversi talk. Sarà un momento di condivisione per capire qual è la prospettiva rispetto al futuro, come ristrutturare il settore e come rivalutare queste professioni alla luce del nuovo sistema produttivo, etico e organizzativo nel quale operano. Gran finale la sera, con la cena a numero chiuso, cucinata a otto mani da quattro giovani e promettenti chef.

Da tutte le riflessioni raccolte nel corso della giornata nascerà il manifesto della nuova cucina italiana, un grande momento di riflessione collettiva e di condivisione di valori di cui Gastronomika si farà portavoce.
Il Festival sarà inaugurato la sera del 4 ottobre da una cena al ristorante Ratanà, sempre a Milano, con piatti ispirati a Menu Risorgimento, il primo libro edito da Linkiesta, in una sorta di staffetta ideale tra passato e futuro a tavola.