Fai Mercati Privati SostenibiliIl fondo di Fideuram Am Sgr per investire nell’economia reale

La settima iniziativa dell’offerta Alternative Investments permette di accedere al mercato non quotato con criteri sociali e ambientali. L’intervista di Linkiesta a Davide Elli, Chief Investment Officer for Multimanager and Alternative Investments della Sgr

Unsplash

È stata aperta il 4 ottobre la seconda finestra di collocamento del Fondo Fai Mercati Privati Sostenibili di Fideuram Asset Management Sgr, società di gestione del risparmio di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking. Il Fondo offre la possibilità di accedere all’economia reale attraverso investimenti in imprese ed attività non disponibili sui mercati quotati. Si tratta del settimo fondo dell’offerta Fai – Fideuram Alternative Investments, la principale piattaforma in Italia, lanciata nel 2016, per investire nei mercati privati.

Il Fondo Fai Mercati Privati Sostenibili, in collaborazione con BlackRock, costruirà un portafoglio altamente diversificato, per fornire un’esposizione globale attraverso investimenti prevalentemente in Nord America e in Europa.

Fai Mercati Privati Sostenibili è conforme all’art.8 del Regolamento Sfdr (“Sustainable Financial Disclosure Regulation”) che classifica i prodotti finanziari nell’ambito delle loro strategie di investimento promuovendo criteri sociali e/o ambientali nel rispetto delle prassi di buon governo. Gli investimenti del Fondo, inoltre, sono orientati al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibili approvati dalle Nazioni Unite e inseriti nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

In occasione della VII edizione del Salone Sri, tenutosi il 14 e il 15 novembre presso Palazzo delle Stelline, a Milano, Linkiesta ha discusso del Fai Mercati Privati Sostenibili con Davide Elli, Chief Investment Officer for Multimanager and Alternative Investments di Fideuram Am Sgr.

Davide Elli, Chief Investment Officer for Multimanager and Alternative Investments di Fideuram Am Sgr. Courtesy of Fideuram

Elli, come nasce Fai Mercati Privati Sostenibili?
Il prodotto si inserisce all’interno della piattaforma Fideuram Alternative Investments, nata nel 2016 per dare accesso, alla clientela della nostra Divisione Private Banking, alle opportunità di investimento nell’economia reale, in società non quotate. Oggi la piattaforma Fai – Fideuram Alternative Investments ha raggiunto oltre due miliardi di masse raccolte, rendendola una delle piattaforme più grandi, a livello europeo, per questa tipologia di investimenti. Complessivamente Fai – Fideuram Alternative Investments ha già investito 1,7 miliardi in 350 società a livello globale. Questo settimo Fondo si caratterizza per un portafoglio diversificato su tre asset principali: Private Equity, Infrastrutture e Private Debt. Fai Mercati Privati Sostenibili è il risultato di un lungo percorso verso la sostenibilità, il fondo è orientato al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, e inseriti nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Inoltre, il Fondo ha obiettivi di rendimento finanziari il cui raggiungimento, a nostro parere, viene reso possibile dalla tipologia di imprese selezionate: abbiamo visto infatti che le società non quotate che mettono al centro del proprio business la sostenibilità hanno performato meglio negli ultimi anni e raggiunto valutazioni molto interessanti.

C’è un vantaggio, quindi.
C’è un vantaggio in termini di opportunità. L’Agenzia internazionale dell’energia stima circa 4,5 trilioni di dollari all’anno a livello internazionale debbano essere investiti da oggi fino al 2050  per la transizione energetica. Questa evidentemente è un’opportunità per i capitali privati, ma c’è ovviamente un impatto positivo su diverse dimensioni della sostenibilità. Il Fondo Fai Mercati Privati Sostenibili è tra i primi fondi sostenibili chiusi nel mercato italiano ed è focalizzato su cinque macrotemi: risorse naturali, cambiamento climatico, healthcare e accesso alla sanità, inclusione finanziaria – basti pensare che quasi un miliardo di persone al mondo ancora non ha accesso a servizi finanziari di base – ed educazione. Aree che hanno un impatto positivo, sull’ambiente ma anche nel sociale.

Che opportunità offre il mercato privato, rispetto a quello quotato? Perché serve un fondo ad hoc?
Accedere ai mercati quotati è relativamente semplice, perché le società sono presenti nei listini azionari. Accedere alle opportunità sui mercati non quotati richiede una capacità di intercettare aziende di qualità e accompagnarle verso un progetto di crescita. Un fondo ad hoc è necessario sia dal punto di vista normativo sia perché servono competenze differenti. Le società quotate hanno il vantaggio della liquidità e della accessibilità, tuttavia devono guardare maggiormente ai risultati trimestrali, al breve termine. Inoltre il mercato ovviamente è soggetto a forze esogene che ne fanno oscillare i prezzi rispetto al loro valore intrinseco. Nei mercati privati, invece, c’è la possibilità di poter pianificare a medio-lungo termine: a cinque, sette, anche dieci anni.

Perché si è resa necessaria una partnership con BlackRock?
In ogni soluzione di investimento Fai – Fideuram Alternative Investments ha sempre cercato delle controparti operative di eccellenza, in base alle soluzioni di investimento identificate. Per questo settimo fondo come partner è stata scelta BlackRock, società all’avanguardia in tema di sostenibilità ed oggi uno dei principali operatori anche sui mercati privati.

Chi sono gli investitori destinatari di questa offerta? Perché dovrebbero scegliere Fai Mercati sostenibili?
Ci rivolgiamo ad un’ampia fascia di clientela private. Tuttavia, riteniamo che il Fondo Fai Mercati Privati Sostenibili sia particolarmente adatto a quella clientela che disponga di una porzione di portafoglio da poter allocare a medio-lungo termine – orizzonte temporale non negoziabile – per diversificare il portafoglio e per accedere a uno spettro molto più ampio di opportunità di investimento rispetto alle asset class più “tradizionali”.

Come ci si assicura – e si assicura ai propri clienti – di stare investendo correttamente?
La scelta della controparte con la quale investire nei mercati privati risulta fondamentale non solo per avere accesso alle migliori opportunità, ma anche per poter beneficiare delle competenze che ciascun operatore è in grado di portare in termini di creazione di valore, oggi principale motore di generazione di performance. Per questo motivo, è importante lavorare con operatori con track record consolidato nei diversi cicli di mercato. Infine, il terzo aspetto chiave è la diversificazione del portafoglio, che permette di abbassare il rischio complessivo dell’investimento pur beneficiando dei rendimenti dei singoli investimenti.