Canto della resistenzaIl testo della canzone della band ucraina che la Rai, ops, ha scelto di non sottotitolare

Gli Antytila, ospiti nella finalissima di Sanremo e annunciati dal presidente Zelensky, si sono esibiti con un brano sulla battaglia che si svolge in questi giorni a Bakhmut (e non solo), senza che nessuno ne spiegasse il significato. Bakhmut è la fortezza sulla linea del fronte che ogni giorno regge gli attacchi russi spietati

Fortezza Bakhmut,
Tutte le nostre preghiere sono qui.
Lo spirito d’acciaio dei nostri cuori,
E gli indomiti Eroi della Battaglia di Kruty,
Dal cielo ci mandano forza,
Libertà, fuoco e rabbia!
Bruciano i muri in battaglia,
Mamma, io resisto,
Mamma, mi sono arruolato,
Mamma, io combatto!
Vincerò e tornerò!

Ora arriviamo alla base…
Dimentichiamo il dolore, i vecchi rancori,
Ecco la mia spalla, sono qui, brother,
Eccola di fronte che arriva: la peste.
Arriva di lato, una nuova fase.
Manteniamo la calma,
Come ci è stato insegnato.

Alle nostre spalle, c’è il nostro domani,
I nostri figli, i genitori, le famiglie sono lì,
I fratelli caduti e tornati “sullo scudo”
Anche loro sono alle nostre spalle.
Che salti il ratto cacciato in un angolo,
E che la nostra strada sia luminosa,
Quindi qui c’è lavoro per le nostre mani.
Qui! Qui!

Fortezza Bakhmut,
Tutte le nostre preghiere sono qui.
Lo spirito d’acciaio dei nostri cuori,
E gli indomiti Eroi della Battaglia di Kruty,
Dal cielo ci mandano forza,
Libertà, fuoco e rabbia!
Bruciano i muri in battaglia,
Mamma, io resisto,
Mamma, mi sono arruolato,
Mamma, io combatto!
Vincerò e tornerò!

Adesso arriva il buio.
Il demone insanguinato cade in agonia,
Allora non abbiamo combattuto invano,
Allora non era invano tutto questo ardore.
Allora va tutto secondo i piani, poi arriva il mattino,
E con lui la Vittoria!
Infine dico solo una cosa: avere paura non è un peccato,
Tradire i propri invece lo è.

Fortezza Bakhmut,
Tutte le nostre preghiere sono qui.
Lo spirito d’acciaio dei nostri cuori,
E gli indomiti Eroi della Battaglia di Kruty,
Dal cielo ci mandano forza,
Libertà, fuoco e rabbia!
Bruciano i muri in battaglia,
Mamma, io resisto,
Mamma, mi sono arruolato,
Mamma, io combatto!
Vincerò e tornerò!

 

Traduzione presentata dal gruppo Antytila e rivista da Yaryna Grusha Possamai

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club