Due cuori e una tovagliaLe cene di San Valentino a raccolta per voi

Da Nord a Sud, dalla cucina regionale a quella internazionale, a base carne oppure vegan, ognuno può trovare il menu perfetto per festeggiare la serata più romantica dell’anno

La Cupido Next Door alla Terrazza Gallia Restaurant

Cominciamo la nostra panoramica sui menu ideati per agli innamorati nel giorno della loro festa dal settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia: sono due le proposte gastronomiche messe a punto dai fratelli Vincenzo e Antonio Lebano con la consulenza dei tristellati fratelli Cerea.

Al Terrazza Gallia Ristorante i partecipanti alla serata troveranno un percorso gastronomico composto da nove portate, che potrà essere accompagnato da un esclusivo wine tasting “by the glass” in collaborazione con Coravin. Si inizia con un aperitivo di benvenuto, articolato in cinque piatti, tra cui “Ostrica e granita ai lamponi” e “Bignè fontina e rosmarino”. A seguire “Carpaccio di gamberi rossi e fregola sarda agli agrumi”, “Risotto scampi e foie gras” e “Trancio di morone al miso, agretti, patata e aneto, granita di erbe fini”. Al momento del dessert è previsto un cambio di scena: gli ospiti verranno accompagnati nella Sala Cupola dell’hotel, per l’occasione ridefinita Cupido Next Door e allestita a tema, e qui potranno brindare davanti a un’esclusiva selezione di dolci a sorpresa realizzati dal pastry chef Stefano Trovisi.

Al Terrazza Gallia Bar sarà invece disponibile un menu più disimpegnato che comprende piatti sfiziosi come i sandwich con salmone e avocado e con verdure e formaggio, e una serie di portate formato mini come il “Mini hot dog con tonno”, il “Mini toast” e il “Mini bun verde con astice”. Seguono il “Cestinetto con verdure escalivada”, la “Tartelletta ricotta e spinaci servita con maionese al pomodoro” e lo speciale dessert “San Valentino”, a base di frutti rossi, acqua di rose e mandorla, disponibile per tutto il giorno come monoporzione al Gallia Bar, anche per l’acquisto.

Excelsior Hotel Gallia

Per celebrare il 14 febbraio 10_11 Bar, Giardino, Ristorante, nell’Ex Seminario Arcivescovile a Portrait Milano, ha messo a punto una proposta all’insegna del gusto e della qualità, un menu dallo spirito romantico con ingredienti prelibati da assaporare insieme a un abbinamento vini sapientemente selezionato dal sommelier (opzionale). Le creazioni vanno dalla tartare di tonno rosso con maionese di soia e puntarelle ai cuori di carciofo con indivia rossa, maionese e tartufo nero, e dai bottoni ripieni di scampi e gamberi rossi con bisque di crostacei alla crema leggera alla vaniglia e rum, lampone e mango.

10_11
Via Sant’Andrea, 10 – Milano

10_11 Bar, Giardino, Ristorante

Lo speciale menu Zaïa Restaurant  per San Valentino è incentrato sulla celebrazione dell’amore in tutte le sue forme, un viaggio culinario di cinque portate pieno di passione che parte dalla capasanta burre blanc e caviale di storione, passa per gli agnolotti del plin ai quattro brasati con spuma al timo e vino rosso per finire con la mousse al cioccolato, mandorle e champagne. La grafica del menu è stata realizzata da Jacopo Ascari, illustratore e fondatore dello studio milanese Atelier Ascari.

Zaïa Restaurant
Piazza XXIV Maggio, 8 – Milano

Anche Sant Ambroeus per l’occasione più romantica dell’anno ha deciso di proporre un menu speciale che verrà offerto sia nei locali americani che nello storico salotto di Milano. La passione sarà il fil rouge del percorso, caratterizzato da tinte scarlatte e da ingredienti afrodisiaci e che alternerà – come accade nelle coppie più affiatate – gusti armonici a contrasti più vivaci. Si parte con un carpaccio di gambero rosso con panna cotta di cavolfiore alla vaniglia, gelatina al frutto della passione e oro, segue un risotto alla barbabietola e caviale con panna acida, caviale, zafferano, erba cipollina, polvere di pomodoro, quindi il tonno e scorzonera in caciucco e per finire mousse di fragola con crema alla vaniglia, cioccolato, marzapane e oro. I piatti che compongono il menu sono ordinabili anche singolarmente.

Sant Ambroeus
Corso Matteotti, 7 – Milano

Sant Ambroeus

Un calice di Champagne e lo speciale menu dedicato agli innamorati accoglieranno chi sceglierà di festeggiare al Nobuya, il nuovo ristorante di chef Niimori Nobuya. Si va dall’incipit afrodisiaco, con la selezione di crudi di mare, al King crab gratinato, e dalla selezione di uramaki e nigiri al kakuni di pancia di maiale, must della cucina di chef Nobuya. Si conclude poi con “One love”, il dessert creato dalla pasticcera Mina Karimi: soffice al mandarino con mousse al cioccolato fondente e semi di canapa tostata

Nobuya
Via San Nicolao, 3 – Milano

Gamberi viola, capasanta e caviale, Nobuya ©Moscheni

Da Aalto per la cena di San Valentino lo chef Takeshi Iwai propone uno speciale menu degustazione da otto portate: si comincia con Ostriche kiwi e kombucha per proseguire con diverse entrate, fra cui un Chawanmushi ai gamberi rosa e tartufo nero; come secondo verrà servito il Filetto di manzo e bacche di sambuco, che precede il Risotto giallo, granciporro e limone bruciato e il piatto signature dello chef, gli Spaghetti alla tsukemen con parmigiano e mazzancolla.

“Un fiore per lei” è invece il dolce creato per l’occasione dal pastry chef Luca De Santi, dessert che verrà servito in esclusiva solo per questa serata anche nei ristoranti del gruppo IYO Temporary e IYO Omakase.

Aalto Restaurant
Piazza Alvar Aalto
Viale della Liberazione, 15 – Milano

Un fiore per lei, Aalto Restaurant

Anche Linfa Eat Different, il concept restaurant non solo cento per cento vegetale ma anche senza glutine, presenta un nuovo menu in occasione della festa degli innamorati. L’accogliente location all’interno del Design District milanese, composta da arredi frutto dell’economia circolare e del riciclo, accoglie gli ospiti con un menu “Degustazione d’autore” messo a punto dagli chef Antonio Alderuccio e Franklin Nastasi. Il benvenuto della cucina è una foglia ostrica con caviale di limone, seguono piatti tutti da scoprire e dai nomi inequivocabili come “Pianeta Passione”, “Duetto d’Amore”, “Rapsodia Rosso Affumicata”, “Eleganza piemontese” e “Bouquet de Rose”.

Linfa
Via Bergognone, 24 – Milano

Linfa Eat Different

Il restaurant-cocktail bar nikkei di Torino Azotea ha messo a punto un menu degustazione ad hoc. Ai piatti firmati dallo chef Alexander Robles, come da tradizione dell’insegna, saranno abbinati i cocktail del bar manager Matteo Fornaro, in un percorso di sapori che farà viaggiare la mente degli innamorati dal Perù al Giappone. Ad aprire il menu di sei portate sarà la “Causa Rellena”, una ricetta tradizionale peruviana a base di patate che nell’interpretazione di chef Robles abbina le patate gialle e viola al succo di barbabietola e ai sapori del peperoncino aji amarillo, del wasabi e dell’ensalada rusa peruana, una variante della nostra insalata russa, preparata con carote, rabarbaro, edamame e maionese al wasabi. In abbinamento, un sip fresco e leggero preparato con sakè Konishi Hiyashibori Gold, vermouth extra dry alla lavanda, liquore homemade al tè verde, yuzu, soda alle foglie di sedano.

Azotea
Via Maria Vittoria, 49/B – Torino

Causa Relega, Azotea @Chiara Schiaratura

La chiave di volta del percorso degustazione ideato da chef Stefano Sforza per il ristorante Opera di Torino è l’attenzione agli sprechi, un principio cardine per questa insegna fine dining. Il menu prevede otto portate tra le quali ritroviamo piatti signature o attualmente in carta, nella versione originale o rivisitata per l’occasione, come la giardiniera, un classico dello chef realizzato con solo tre varietà di cavolfiore, giallo, verde e viola, ognuna abbinata a un carpione differente: pepe-salvia-rosmarino, curcuma e rapa rossa, oppure fregola con more e scampo, che prende spunto da un primo piatto attualmente servito al ristorante, o ancora “Pollack, fagiolo azuki, truset”, che richiama un secondo precedentemente servito nel ristorante a base di lucioperca, qui sostituito da merluzzo marinato nel miso prima della cottura, accompagnato da fagioli azuki verdi e rossi e da una salsa preparata con il fumetto di pesce, per valorizzare e recuperare l’ingrediente nella sua interezza.

Opera
Via Sant’Antonio da Padova, 3 – Torino

Giardiniera di cavolfiore, Opera @Chiara Schiaratura

Alessia Rolla, chef del ristorante Cantina Nicola di Cocconato (At) proporrà invece un percorso degustazione inedito, un omaggio ai suoi ingredienti preferiti: la carne, in particolare la selvaggina, il pesce di lago, le verdure e le erbe dell’orto. A inaugurare la serata saranno due antipasti, il filetto di vitello, con olio alla maggiorana e tuorlo marinato, e il salmerino cotto in burro nocciola e maionese di asparagi bianchi fermentati, seguiranno i ravioli di coniglio della tradizione, quindi l’anatra con glassa alla kombucha e spezie, radicchio tardivo e melograno, e infine sorbetto di limone e liquerizia e Montebianco come dessert.

Durante sarà possibile assaggiare i vini prodotti da Federico Nicola: nella carta pensata dal fratello e maître Riccardo Nicola, infatti, non mancheranno le etichette simbolo del Monferrato, come l’Albugnano Doc Superiore, un Nebbiolo dal colore rubino brillante, armonico ed elegante, la Barbera d’Asti in due versioni, una più fresca e immediata e una più concentrata e corposa, e il Monferrato Bianco, un vino fresco, leggero e fruttato, prodotto con uve Arneis e Sauvignon Blanc.

Cantina Nicola
Strada Roletto Rocca, 10 – Cocconato (At)

Albese di filetto marinato, Cantina Nicola @Chiara Schiaratura

La vista sul Lago di Garda regala al ristorante Casa degli Spiriti, così come al bistrot situato sulla splendida terrazza e il wine bar posizionato all’interno della verand, un fascino romantico durante tutto l’anno, e in quest’occasione ancora di più. Qui lo chef Federico Chignola esalta i sapori locali del territorio curandone la presentazione come un vero visual artist. Per l’intero fine settimana di San Valentino viene proposto un menu speciale che prevede ad esempio Bon Bon di robiola in tempura e petto d’anatra affumicato nel carosello di benvenuto, un risotto alle erbe di montagna, funghi porcini e tartare di ricciola tra le portate principali e come dessert dei cuori da condividere, realizzati con cioccolato bianco, rapa rossa, chantilly al pan pepato e mela alla vaniglia e con cioccolato fondente, pistilli di zafferano e pepe di Sichuan selvatico.

La Casa Degli Spiriti
Via Monte Baldo, 28 – Costermano sul Garda (Vr)

La Casa Degli Spiriti

A pochi passi dalle antiche mura della capitale d’Umbria, uno dei più importanti centri dell’Etruria dall’antico nome di “Perusna”, si trova Ada Gourmet, un ristorante contemporaneo, elegante e sofisticato il cui nome richiama quello della chef Ada Stifani. La sua è una cucina multiculturale, sintesi di stili, tecniche e rimandi internazionali riletti alla luce di una forte impronta territoriale. Tra i piatti speciali ideati per l’occasione da non perdere “Quaglia, ricci di mare, alchechengi” o la “Rana pescatrice, agresto, pinoli, rucola Perusia Ciok speciale San Valentino”. In abbinamento al menu viene proposto anche un abbinamento di tre calici selezionati tra Champagne e vini francesi.

Ada
Via del Bovaro, 2 – Perugia

Ada

Tutto al profumo di mare con influenze di terra il menu proposto dallo chef Tommaso Melzi e dal suo staff di Attico sul Mare, il ristorante guidato dai fratelli Sara e Simone Marconi. Dalla terrazza del Palazzo Kursaal, a Grottammare, la vista sul mare rende ancor l’atmosfera più romantica ed è lo scenario perfetto dove gustare i piatti proposti, dal carpaccio di ricciola in carpione al dentice laccato con maionese d’alloro e lattuga croccante o ai bottoni cacio e pepe con bouillabaisse di mazzancolle.

Attico sul mare
P.zza Kursaal, 6 – Grottammare (Ap)

Attico sul mare

Il pizzaiolo Luca Cornacchia, premiato con i due spicchi Gambero Rosso nella guida Pizzerie d’Italia 2024, con il suo locale Fermenta ha rivoluzionato la pizza in Abruzzo, realizzando una proposta che racconta il territorio in maniera autentica e inusuale. Per la festa degli innamorati il pizzaiolo abruzzese ha ideato “Amore Dolce-Amaro”, una pizza al padellino con erborinato scorza nera dell’azienda agricola Gregorio Rotolo, Black Angus, radicchio e affumicatura al ciliegio.

Fermenta
Viale dell’Unità d’Italia, 3 – Chieti

Fermenta

Per la sera di San Valentino il ristorante Imàgo, oltre all’eleganza dei suoi ambienti e alla notevole vista panoramica, con Trinità dei Monti e Piazza di Spagna in primo piano, offre un menu di nove passaggi messo a punto dall’executive chef Andrea Antonini come perfetta combinazione tra i suoi piatti più famosi e alcune proposte dell’attuale menu degustazione. Si va quindi dalla raffinata apertura con “Barbabietola, panna acida e caviale”, alla Roma più vera, con “Alici e Puntarelle”, per poi stupire con “Scampo al pepe verde” e giocare di tradizione con “Gnocchi al ragu”. Tra i secondi, “Pezzogna alla cacciatora” e “Aragosta alla catalana”. D’effetto anche il dessert pensato dal pastry chef Luca Villa, “Rosa, panna e fragoline”.

Imàgo, Hotel Hassler
Piazza Trinità dei Monti, 6 – Roma

Rosa, panna e fragoline, Imago @Alberto Blasetti

Nel nuovo ristorante Fase lo chef Federico Salvucci propone un menu gustoso e raffinato servito in quattro diverse fasi, in perfetta attinenza al nome del locale. Si tratta di una serie di portate che accostano ingredienti raffinati a tecniche di cucina tradizionali. La prima prevede gamberi con spuma di patate e baccalà, guanciale di Norcia croccante, la seconda un tortello con astice, burro noisette e sedano rapa, la terza un filetto di cervo con barbabietola, nocciola e polvere di funghi e infine la quarta fase un cremoso mandarino e vanilla.

Fase
Via Muggia, 14 – Roma

Fase @Alberto Blasetti

Il ristorante Controluce nasce nel cuore di Trastevere con l’obiettivo di differenziarsi dalle tante insegne del quartiere di vocazione puramente turistica proponendo un’esperienza culinaria autentica e di qualità anche in questo affascinante rione. Per San Valentino sono stati ideati alcuni piatti special che si affiancano alla carta consueta, come il “Petto d’anatra con salsa ai frutti rossi, crumble al cacao amaro e indivia” o la “Crema allo champagne e lamponi”.

Controluce
Via della Luce, 44 – Trastevere, Roma

Controluce

San Martino Pizza & Bolle è uno dei locali must per chi ama la vera pizza romana, bassa e crunchy, con topping elaborati e studiati come piatti di alta cucina, rigorosamente accompagnata da una selezione di bollicine molto ampia e importante. Per il San Valentino 2024 Alessio Muscas Muscas, insieme allo chef Francesco Azzaretto, propone una pizza realizzata con ingredienti altamente afrodisiaci: crema di topinambur, prosciutto di salmone al ginepro, uova di salmone, alga wakame, pepe vanigliato, olio evo al peperoncino.

San Martino Pizza & Bolle
Lungotevere di Pietra Papa, 201 – Roma

San Martino Pizza & Bolle

Romeow Cat Bistrot è stato uno dei primi ristoranti della capitale a presentare una cucina cento per cento vegetale in chiave innovativa e senza sacrificare il gusto, tanto che moltissimi dei clienti non sono vegani ma apprezzano questa cucina e la sua linea sostenibile e rispettosa della natura, come conferma il format d’impatto: i veri padroni di casa qui sono infatti gli otto gatti provenienti dalla Onlus “Luna di Formaggio” di Montelibretti (Roma), che vengono coccolati e rispettati in tutto e per tutto.

Per questo San Valentino è stato messo a punto uno special menu, per viaggiare con la propria persona amata nei sapori dell’Indonesia, tra Bali, Giava e Giacarta: Ote Ote (frittella di verdure con maionese al lime e pepe rosa), Satay Padang (spiedini di shitake con salsa satay, lemongrass e insalatina fresca di mango), Udon goreng (noodles di verdure, con arachidi e salsa sambal oelek), Tempeh mendoan con salsa kecap manis, cavolo cappuccio , carote marinate, germogli di bambù e funghi wood ear saltati, e per finire Mango sticky rice.

Romeow Cat Bistrot
Via Francesco Negri, 15 – Roma

Romeow Cat Bistrot

Pepperoni, Parigi, Meatballs, New York, Bavarese, Sydney. Sono solo alcune delle pizze presenti nel menu di Owap – One World All Pizzas, le pizzerie di Mauro Espedito nel cuore di Napoli. La pizza è una napoletana contemporanea, ma i topping sono esotici, frutto di esperienze del pizzaiolo patron in giro per il mondo, realizzati principalmente con ingredienti di provenienza italiana con qualche incursione dall’estero. Per questo San Valentino 2024 Owap propone un menu degustazione composto da cinque tranci di pizza in doppia cottura, come quello con crema di carciofi, carciofi grigliati, salsa verde al prezzemolo, pesto bruciato con pomodori secchi, provolone del monaco oppure quello con carpaccio di girello di manzo marinato a secco con erbe aromatiche, salsa chimichurri, chutney di pomodoro, e un dessert naturalmente a tema.

Owap – One World All Pizzas
via Foria, 150 – Napoli
via Pasquale Scura, 150 – Napoli

Owap – One World All Pizzas