Gnam BritanniaGli otto mercati gastronomici di Londra da non perdere

Nella capitale del Regno Unito, le migliori esperienze si fanno street, dai panini di Sexy Buns ai berry scones, dagli humble crumble al lobster roll

Chi crede ancora che a Londra si mangi male, probabilmente si è sempre accontentato del primo ristorante trovato per strada all’ora di pranzo. La capitale inglese offre esperienze gastronomiche da far ricredere anche i palati più scettici, basta saper cercare (e scegliere!). Anche tra le strade più famose e i quartieri più caratteristici, si nascondono mercati in cui si è sicuri di trovare ottime cucine, buoni prezzi, grande atmosfera e altrettanta varietà.

I food markets, infatti, sono la vera anima gastronomica della città. L’offerta spazia dai migliori prodotti artigianali alle cucine provenienti da ogni angolo del mondo. Che siano storici o abbiano visto la luce solo da un decennio, sono questi i luoghi dove esplorare quello che la città ha da offrire alle papille gustative. Li abbiamo provati e ne abbiamo selezionati otto per il prossimo viaggio.

OXFORD STREET MARKET HALL

Conosciuto come «the stairway to food heaven» (la scala di accesso al paradiso del cibo), questo food court è nascosto tra gli affollati negozi di Oxford Street, un gioiello gastronomico da non farvi sfuggire in città. Qui si trovano prelibatezze come tacos, buns vegetariani, sushi fusion e uno dei migliori brisket di Londra.

GK CHOICE: I panini di Sexy Buns sono uno dei motivi per i quali visitare questo mercato. Il pane è sfornato da una bakery che produce il proprio grano e sul menu c’è l’imbarazzo della scelta, anche per vegetariani e vegani. Il Tikka Cauliflower Bun (cavolfiore arrostito, mayo al curry, red chilli chutney, cipolla croccante e coriandolo) è il perfetto esempio di quanto la cucina vegana possa essere creativa. Se siete voraci carnivori, invece, la smoked selection di Hot Box non delude nemmeno i pitmaster più esperti. Il loro brisket è da manuale. Se volete chiudere in dolcezza, lasciatevi tentare dalla ricchezza dei doughnuts di Dum Dum: quello al caramello e quello al lampone e cioccolato bianco vi ricorderanno che la vita non va vissuta privandosi del dessert.

SEVEN DIALS MARKET

Creato da un’associazione di commercianti, il Seven Dials Market conta una ventina di insegne indipendenti e due bar. A un tiro di schioppo da Covent Garden, è uno dei food market più apprezzati in città, grazie alla scelta accurata di ottimi piatti: dai burger gourmet alle pizze al taglio, dai bao bun taiwanesi ai gelati artigianali. L’atmosfera è molto animata, si respirano belle vibes. L’unica cosa da ricordare è di arrivare presto, se volete riuscire a trovare un posto a sedere.

GK CHOICE: Yum Bun qui al Seven Dials è tappa fissa per i suoi bao (panino orientale cotto al vapore). Quello ripieno di karaage (pollo fritto giapponese) vi conquisterà al primo morso, non solo per la morbidezza della carne, ma per la sublime speziatura. Ma non pensate di poter andar via senza esservi seduti al nastro di The Cheese Bar. La formula ricorda quella dei ristoranti orientali, ma qui nei piattini (dai colori diversi a seconda del prezzo) ci sono ottimi formaggi accompagnati dagli abbinamenti più inconsueti. Non perdetevi il Coolea abbinato al fudge al caramello, lo Stilton abbinato a un brownie al cioccolato e nocciole, oppure il Rollright con arachidi arrostite e miele.

BOROUGH MARKET

Quello che vedete oggi risale al 1800, ma questo luogo incredibile ospitava un mercato già nel dodicesimo secolo. Potremmo dire, perciò, che camminerete in uno dei santuari della gastronomia londinese. Questo, però, non è l’unico motivo per cui il famosissimo Borough Market è in questa lista. Oltre a prodotti freschi e di alta qualità (formaggi artigianali, salumi tradizionali, pane appena sfornato ecc.), qui anche lo street food è imperdibile. Non potete dire di aver davvero mangiato a Londra se non avete provato qualcosa qui.

GK CHOICE: Il Borough ha un’alternativa per tutti i palati. Da assaggiare categoricamente ci sono i panini con la spalla di maiale sfilacciata di The Black Pig; il bhujia (spuntino indiano a base di farina di legumi) fritto e super croccante di Gujarati Rasoi; il wrap con gamberoni freschissimi e chutney di pomodoro di Applebee’s Fishbox; l’opulento sausage roll allo Stilton di The Ginger Pig. Il vostro colesterolo si è già impennato, perciò tanto vale terminare il giro con i doughnuts di Bread Ahead Bakery: morbidi, stracolmi di ripieno, non riuscirete a mangiarne solo uno. Quelli al frutto della passione con meringa e al caramello salato con honeycomb vi lasceranno senza parole.

HARRODS

Courtesy Harrod’s«Dallo spillo all’elefante» recita un loro famoso slogan. Se trovare di tutto e di più è un vanto per i grandi magazzini Harrods, è anche grazie all’immenso food court al piano terra. Formaggi, charcuterie, una bakery che sforna pane e pasticcini tutto il giorno, la chocolate hall che è il sogno proibito di ogni amante del cioccolato… e la lista potrebbe andare avanti all’infinito. Vi perderete tra i banconi del food emporium, che ospita la migliore selezione di prodotti e piatti inglesi, insieme a prelibatezze che arrivano (letteralmente) da tutto il mondo. Considerati il lusso che vi circonda e la fama di questo luogo, non pensate di cavarvela a buon mercato. I prezzi sono tra i più alti in città. Ma potete sempre optare per un buonissimo muffin a portar via.

GK CHOICE: Se non volete sedervi e ordinare ad uno dei banconi, i prodotti della bakery sono lo spuntino ghiotto da mangiucchiare mentre passeggiate in centro. Con gli oltre duecento prodotti da forno, sarà difficile non trovare qualcosa che stuzzichi il vostro appetito. Assaggiate i berry scones e gli sticks al formaggio, non ve ne pentirete.

KINGLY COURT

Courtesy photo Kingly Court

Nella famosissima Carnaby, in zona West End, Kingly Court è tra i mercati più carini di Londra. Racchiuso all’interno di un colorato cortile, si sviluppa su tre piani e la maggior parte dei tavoli è all’aperto. Ci sono più di quindici differenti ristoranti davvero molto buoni. Considerate che siamo a due minuti da Oxford Circus e che la capacità del luogo è abbastanza limitata, quindi il mercato è sempre pieno come un uovo, sia a pranzo che a cena. Il consiglio è di prenotare in anticipo.

GK CHOICE: Ispirati a quelli di New York, i burger di Dirty Bones sono tra i motivi dell’hype di questo mercato gastronomico. La qualità della carne è eccellente, le salse golosissime e homemade. Non vi resta che assaggiare.

MERCATO MAYFAIR

Situato nel cuore dell’omonimo prestigioso quartiere è un food court nel quale non entreresti mai, a meno che tu non sappia cosa cercare. Circondato da edifici storici e boutique di alta moda, si trova all’interno della chiesa sconsacrata di Saint Mark. Dislocato su tre piani (la cripta, lo spazio della chiesa e il rooftop), qui troverete un assaggio di diverse cucine internazionali, con un particolare focus su quella italiana. Mercato Mayfair fa parte di un progetto più ampio, Mercato Metropolitano, che oggi conta quattro outlet in città. Oltre a essere una location tra le più suggestive in cui mangiare, tutto quello che troverete è di ottima qualità.

GK CHOICE: Burro fuso, pink mayo, astice freschissimo e un delizioso brioche bun leggermente zuccherato: il lobster roll di Molo è succulento, strabordante, così peccaminoso che vi sentirete quasi in colpa di divorarlo in una chiesa. Se, però, il piacere non vi ha mai suscitato rimorsi, tanto vale concedervi anche un morbidissimo muffin al pistacchio o un matcha cookie zeppo di cioccolato bianco e noci di macadamia da Matcha Metropolitano.

CAMDEN MARKET

Conosciuto per la sua atmosfera alternativa e vivace, Camden Market è una delle mete più famose della città. Non esiste qualcosa che non riuscirete a trovare tra le sue mille bancarelle. Mentre decidete se acquistare un pianoforte vintage o un bath bomb artigianale, non dimenticate che questo è anche un vero e proprio paradiso per gli amanti dello street food. Non c’è limite alla varietà di sapori che potrete assaporare. Fate un giro e lasciatevi ispirare.

GK CHOICE: Da Bear & Garlic preparano un pollo fritto che non potete lasciarvi sfuggire: panatura croccante e tenerissimo all’interno. Aggiungete la salsa piccante e avrete quel tocco di coreano che vi farà volare fino in Asia. Se volete restare nel continente, assaggiate il pad thai. Noodles di riso, germogli di soia, arachidi e peperoncino: quello di Ekachai si fa notare per la delicatezza delle sue note dolci e la piccantezza gradevole anche ai meno temerari. Per finire, concedetevi un dessert. I crumble di Humble Crumble sono ormai un must. Questa bakery sforna solo crumble, prodotti e guarniti con ingredienti di prima scelta, che potrete scegliere dal menu. Non perdetevi la combinazione frutti rossi, crema inglese, zucchero brulé e briciole di meringa. La fila è chilometrica ma il piacere è assicurato.

BOXPARK SHOREDITCH


La storia di Boxpark inizia con il primo centro commerciale pop-up nel 2011. Oggi conta cinque diversi hub e due in procinto di aprire entro l’anno. Non solo cibo, ma veri e propri centri di aggregazione, con negozi, eventi e concerti in programma tutto l’anno. È stato proprio quello di Shoreditch a dare il via all’intero progetto. Se vi trovate in zona, qui ci sono piatti per tutti i gusti, tra pasta, burger, pizza e cucina internazionale.

GK CHOICE: Croccanti e succosi, i tacos di Taco Collective vi faranno rimpiangere di non averli scoperti prima. Il California Biffin’, con manzo stufato dodici ore e il mix segreto di spezie, è un ottimo motivo per restare in zona Shoreditch, uno dei quartieri più estrosi di Londra.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club