Storia MinimaLa gerarchia dei morti nelle teste dei vivi

Moshe Silman, 57 anni, l’attivista che si era dato fuoco la settimana scorsa di fronte alle telecamere durante una manifestazione a Tel Aviv, è morto ieri mattina in seguito alle gravi ustioni ripo...

Moshe Silman, 57 anni, l’attivista che si era dato fuoco la settimana scorsa di fronte alle telecamere durante una manifestazione a Tel Aviv, è morto ieri mattina in seguito alle gravi ustioni riportate.
Se quel gesto e quella decisione erano stati dettati dall’intenzione di porre all’attenzione di molti una condizione disperata, non solo sua, allora bisogna dire che quel suo atto non ha avuto l’effetto desiderato. La sua morte non ha fatto notizia. Altri morti incombevano.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta