Storia Minimail libretto rosso di Sergio Marchionne

Se Sergio Marchionne sia un tipo simpatico oppure no è un giudizio che divide probabilmente in due gli italiani, del resto già abituati a trasformare in tifoseria il confronto. Deve essere anche pe...

Se Sergio Marchionne sia un tipo simpatico oppure no è un giudizio che divide probabilmente in due gli italiani, del resto già abituati a trasformare in tifoseria il confronto.
Deve essere anche per questo che qualcuno ha pensato di radunare in una sorta di abbecedario per fan, o per detrattori, le frasi più significative, (forse in maniera un po’ impropria si potrebbe dire le “massime”) dell’Amministratore delegato Fiat (si chiama ancora così quell’azienda? Chissà?). Ne è venuto fuori un libretto (Chi comanda è solo. Sergio Marchionne in parole sue, a cura di Francesco Bogliari, Rizzoli – Etas) in cui a ogni voce corrisponde una frase estrapolata da un discorso pubblico, da un’intervista o da una dichiarazione con tanto di indicazione del luogo e del giorno.
Si vede che ogni tempo ha il suo testo di verità in pillole. Dopo Mao, Marchionne. Anche nel rispetto dell’ordine alfabetico.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta