Non aprite quelle porteNo, le proposte a sfondo sessuale non sono complimenti

Una giornalista belga, Hilde Van Malderen, decide di pubblicare un libro con tutte le proposte indecenti che le sono arrivate nell'ambiente lavorativo, Corinna De Cesare ne parla sul Corriere e cos...

Una giornalista belga, Hilde Van Malderen, decide di pubblicare un libro con tutte le proposte indecenti che le sono arrivate nell’ambiente lavorativo, Corinna De Cesare ne parla sul Corriere e cosa succede? Succede che decine di persone, uomini e donne, insorgono al grido di: “Ma che sarà mai? Donne, dovreste esserne lusingate”.

Hilde Van Malderen

Cosa c’è di così sbagliato – chiedono alcuni commentatori – ad approcciare una donna con frasi tipo “Sai che mi piace lo champagne? Vorrei versarlo sul tuo corpo e poi leccarlo tutto”?
Perché vi lamentate – continuano – quando in realtà sono solo complimenti, per quanto maldestri?
La foto di un pene in erezione mandata via messaggio – sentenziano – magari è un po’ volgare, ma in fondo basta dire no.
E poi – concludono – siete voi che ve la cercate, perché vi vestite così, vi comportate cosò, fate cosà.
Ma certo, siamo sempre noi che ce la cerchiamo.
Faccio alcuni esempi, in ordine sparso e senza asterischi (perché alle mie orecchie o ai miei occhi gli asterischi, purtroppo, non arrivano):

– via Grossich, Milano, due giorni fa: “Che tette!”;
– stazione di Carnate, provincia di Monza e della Brianza: “Vieni qua e fatti leccare”;
– medesima stazione, un altro giorno: “Fammi un pompino”;
– durante un aperitivo, Milano: “Il tuo fiore (nei capelli, ndr) mi fa impazzire. Scopiamo stasera?”;
– via social network: “Hai un viso così dolce e sensuale. Mi fai venire voglia”.

Certo, alcuni di questi casi sono un po’ diversi, perché sono approcci “da strada”, ma quando mi lamento, spesso mi sento dire: “Ma dai, in fondo lo fanno perché sei carina. Considerali complimenti”. Quando anche quella che credevo essere una cara amica ha commentato la cosa dicendo “Ma smettila di dire che è fastidioso. Saranno coloriti, ma è perché ti apprezzano”, ecco, in quel momento mi sono cadute le braccia.
Davvero ci sono persone che ritengono che le proposte volgari siano un omaggio?
E, tornando anche al caso della giornalista belga, davvero ricevere proposte dirette e molto esplicite può essere considerato forse “un po’ cafone” ma comunque lusinghiero?
Come ha sottolineato molto bene l’utente Malbyte sul Corriere, «uscirtene affermando che ti piace lo champagne e lo vuoi leccare dal suo corpo può senz’altro essere una buona frase per aumentare “il grado di erotismo” mentre si è impegnati col petting, non certo per “rompere il ghiaccio” mentre stai cercando l’approccio. Questo è semplicemente un grave problema di maleducazione e malcostume».
Dovrebbe essere ovvio, ma non lo è.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club