Ego politicoMoses, la rivoluzione dell’armonica beatbox nella vittoria a Italia’s Got Talent

“Portare avanti una rivoluzione umana”, queste parole così roboanti di Moses, il vincitore di Italia’s Got Talent 2016 grazie a un rivoluzionario modo di suonare l’armonica a ritmo di beatbox (il v...

“Portare avanti una rivoluzione umana”, queste parole così roboanti di Moses, il vincitore di Italia’s Got Talent 2016 grazie a un rivoluzionario modo di suonare l’armonica a ritmo di beatbox (il video della semifinale). Il vero nome è Simone Concas, sardo che vive a Londra, ha le idee chiare. Talmente chiare che la sua convinzione lo ha portato fino in fondo a questa avventura (il video della finale), che gli garantirà un futuro da artista con la visibilità e 100.000 euro.

Il pezzo con i video selezionati delle esibizioni di Moses su Nuova Repubblica

Saper suonare bene l’armonica non è poco, saperlo fare in stile beatbox ancora più complicato, metterci l’anima non ha prezzo. Moses Concas ha vinto in questo, ci ha messo l’anima e il corpo. Tutto quel che aveva, la forza, la decisione, la volontà. La rivoluzione della passione, della voglia di cambiamento, cosa che anche altri candidati di Italia’s Got Talent hanno affermato.

Simone Moses Concas è un artista di strada, forse questa è la marcia in più. Abbastanza noto, tanto che si trovano vari video su Youtube di sue esibizioni sulle strade (questo su La Repubblica a cura mia) di Londra ma anche in Italia. Il riconoscimento del merito si trasforma in monetine suonanti. I suoni sono sentiti dalle sue mani che si agitano in simbiosi delle note, dell’armonica e del microfono che deve tenere in mano accanto al suo strumento per far sentire a tutti la potenza e l’energia.

Potenza e energia che costringono tutti a muovere qualcosa del proprio corpo, sia fosse solo un dannato dito. Si capiva che potesse vincere, fin dalla sua prima esibizione a Italia’s Got Talent. E ha vinto. Che la rivoluzione abbia inizio.

Twitter: ema_rigitano
Facebook: Emanuele Rigitano

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta