BabeleCostruire per il business: gli uffici moderni, l’acciaio e l’open space

Gli architetti beneficiano, grazie all’acciaio, di una notevole libertà di progettazione dal punto di vista della consistenza e della forma.

La progettazione di moderni uffici di stile è frutto del connubio tra funzionalità ed estetica: grazie alle strutture realizzate con profili in acciaio inox è possibile dare vita a edifici che garantiscono un senso di apertura. La malleabilità persuade gli architetti ad esplorare strutture e forme di ogni genere per raggiungere i propri obiettivi. Si tratta di doti estetiche che vanno a integrare la riciclabilità infinita dell’acciaio e le sue caratteristiche funzionali: per esempio la precisione e la rapidità di costruzione, ma anche la stabilità dimensionale nel tempo e la capacità di attenuazione del rumore. Vale la pena di mettere in evidenza, inoltre, la possibilità di costruire campate lunghe, tenendo conto del fatto che il lavoro di assemblaggio in cantiere sarà ridotto.

Uffici moderni: meno colonne e più spazi aperti con gli open space

Quando si ha la necessità di coprire lunghe distanze si può fare sicuro affidamento sulle strutture in acciaio, avendo la certezza di poter contare su un metodo elegante e, soprattutto, conveniente dal punto di vista economico. L’utilizzo dell’acciaio permette di realizzare ampi open space con un numero ridotto di colonne. Sono numerose le aziende che hanno bisogno di spazi tra le colonne superiori ai 15 metri. Nel momento in cui il numero di colonne viene ridotto al minimo, risulta più semplice personalizzare gli spazi, ma anche suddividerli. L’uso di travi laminate a caldo negli edifici di un piano permette di ottenere campate di più di 50 metri, che possono essere estese addirittura a 150 metri con costruzioni reticolari e capriate. E non è tutto, perché gli edifici realizzati in acciaio nella maggior parte dei casi sono in grado di adattarsi con più facilità: di conseguenza le strutture durano di più anche perché possono essere modificate nel corso del tempo.

Gli architetti beneficiano, grazie all’acciaio, di una notevole libertà di progettazione dal punto di vista della consistenza e della forma. Il mix ideale di malleabilità e resistenza, unito a una buona dose di precisione e di bellezza, offre agli architetti l’occasione di sviluppare soluzioni e idee innovative. Si pensi, per esempio, alla costruzione di lunghe campate in acciaio, grazie a cui possono derivare spazi aperti molto ampi, senza muri portanti o colonne intermedie. L’acciaio, inoltre, è capace di piegare a una specifica distanza: ciò si traduce in combinazioni a forma libera per cupole, archi o facciate, ma anche in curve segmentate. Le specifiche più esigenti possono essere rispettate in virtù di condizioni controllate e finiture di produzione altrettanto precise. Ecco perché la costruzione in acciaio dà luogo a un risultato finale che è ripetibile e prevedibile, mentre viene meno il rischio di variabilità in loco. Nel nostro Paese il ricorso a profilati in acciaio nel settore edile garantisce spazio per una crescita nel corso dei prossimi anni. Le ricerche più recenti evidenziano che in edilizia l’utilizzo dell’acciaio si riscontra nel 9% delle infrastrutture in Italia; tenendo conto del dato a livello globale, però, si sale al 17%. Questo vuol dire che ci sono tutte le potenzialità per raddoppiare l’impiego di profili in acciaio inox in edilizia, in un settore che si caratterizza per prospettive future decisamente importanti.

La sicurezza degli ambienti di lavoro

Verifiche accurate realizzate sulle strutture in acciaio hanno permesso di scoprire che tali costruzioni vantano una significativa resistenza al fuoco. Le tecniche di analisi e di progettazione più all’avanguardia forniscono una precisa indicazione delle necessità di protezione anti-incendio di strutture in muratura e in acciaio, e ciò assicura una consistente riduzione della protezione anti-incendio necessaria. La natura flessibile e duttile dell’acciaio offre vantaggi anche dal punto di vista della resistenza ai terremoti: l’acciaio, infatti, nel momento in cui viene sottoposto a carichi estremi flette, invece di sgretolarsi o schiacciarsi. In un edificio in acciaio quasi tutti i collegamenti tra le colonne e le travi sono progettati per essere in grado di supportare carichi verticali; nonostante ciò essi sono in grado di resistere anche ai carichi laterali dovuti ai terremoti e al vento.

La sostenibilità ambientale

Per ridurre l’impatto ambientale delle costruzioni si può ricorrere alle strutture in acciaio sia perché necessitano di fondazioni ridotte sia perché garantiscono una maggiore leggerezza rispetto alle alternative in calcestruzzo. Dover maneggiare una quantità minore di materiale, per di più meno pesante, assicura una movimentazione più semplice e permette di consumare meno carburante per il trasporto. Inoltre, i componenti che derivano dalla demolizione di un edificio in acciaio possono essere riusati o riciclati in ambito siderurgico.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta