BabeleLe energie rinnovabili che muovono il paese, ecco l’Italia che non ha tirato il freno

Nel 2019 c’è stato un +20% per l’installazione del fotovoltaico rispetto al 2018.

Negli ultimi anni la sostenibilità è diventata un tema molto caro a diversi Paesi del mondo e questo ha spinto tante imprese ad interessarsi alle energie rinnovabili. Queste energie non costituiscono solo una risorsa per il pianeta, ma anche una forma di business, addirittura in un Paese come l’Italia, che spesso ha mostrato, soprattutto negli ultimi anni, una difficoltà di crescita a livello generale.

Business delle energie rinnovabili e crescita

Nonostante i rilevanti tagli agli incentivi pubblici nel 2013, nel triennio successivo (2015-2018) la crescita, anche per l’Italia, relativamente al microtrend della sostenibilità, è stata a due cifre.

Eppure, secondo il Gse (il Gestore dei servizi elettrici), nel 2018 sono stati investiti circa 629 milioni di euro solamente per i nuovi impianti fotovoltaici, che hanno consentito di dare lavoro a ben 13 mila persone. A queste persone si aggiungono i quasi 30 mila posti di lavoro legati al settore della manutenzione. Nel 2019 il trend è cresciuto ulteriormente: come confermato dall’Energy & Strategy Group c’è stato un +20% per l’installazione del fotovoltaico rispetto al 2018.

Il business delle energie rinnovabili e le imprese

Moltissime imprese, grazie a questo nuovo trend positivo, si sono occupate di lavorare e di investire in questo settore, anche aderendo a nuovi progetti.

Un esempio è il caso di Maire Tecnimont, un Gruppo industriale leader in ambito internazionale nel settore dell’ingegneria impiantistica (petrolchimico, fertilizzanti, oil & gas refining). Il suo contributo è fondamentale alla trasformazione delle risorse naturali in prodotti innovativi e tutti gli sforzi del Gruppo sono concentrati sulla reale crescita di energie rinnovabili e green chemistry.

Dall’idea dell’innovazione continua nasce il progetto Open Innovation che ha come obiettivo quello di promuovere idee innovative con il supporto della tecnologia e di creare sinergie e collaborazioni attingendo a risorse sia interne che esterne all’azienda. 

Business delle energie rinnovabili, non solo nelle case

Si pensa alle energie rinnovabili come a qualcosa che possa aiutare le famiglie a ridurre l’impatto sulla bolletta del consumo domestico, oppure che aiuti la produzione delle industrie. Alcune aziende, che sono state comprese nelle liste di quelle più sostenibili e attente a questo tema, si occupano addirittura di realizzare dispositivi e mezzi di trasporto completamente ecologici.

È questo il caso di Podium engineering, un’azienda valdostana che si occupa della progettazione e produzione delle auto elettriche, che potranno costituire il futuro dei mezzi di trasporto. 

Oppure il caso della Phenofarm, che ha come attività principale quella della produzione di estratti naturali che serviranno a settori diversi, da quello alimentare fino a quello cosmetico.

Insomma, in questo quadro generale si nota come il rapporto con la natura stia cambiando, e come le industrie, e l’essere umano in generale, stiano iniziando a diventare sempre più alleati dell’ambiente più che semplici sfruttatori. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta