BabeleShopping online, chi lo fa e come farlo

Il 50% degli utenti prima di acquistare si occupa di effettuare una comparazione dei prezzi.

Lo shopping online sta conquistando sempre più anche gli italiani, complice anche la necessità di lavorare a casa e di ridurre gli spostamenti.

E se uno degli elementi che orientano il comportamento dei consumatori è costituito dalle recensioni di tutti i prodotti presenti nei vari e-commerce, è anche vero che esistono degli indici ulteriori che l’italiano userà per fare shopping online.

Allo stesso modo, anche nell’entusiasmo per l’accessibilità dello shopping in rete, sarà necessario usare sempre una certa prudenza nell’acquistare su internet.

Ecco, quindi, i comportamenti nostrani nello shopping online e anche come poterlo fare in totale sicurezza.

Come fare shopping online in sicurezza

La sicurezza dovrebbe essere il primo elemento essenziale per chi faccia shopping online.

Per questo rispettando alcune regole sarà possibile acquistare senza problemi anche in siti non necessariamente italiani.

Per controllare che il sito sia affidabile bisognerà fare delle ricerche, e si scoprirà subito se il portale non sia legittimo e sia meglio evitarlo.

Inoltre, bisognerà sempre comparare i prezzi della merce rispetto a quanto sia in vendita offline, in modo da non andare a spendere di più.

Infine, bisognerà utilizzare metodi di pagamento sicuri, come le carte prepagate, Paypal oppure il contrassegno, se disponibile. 

Shopping online, come si orientano i comportamenti degli italiani

Un altro elemento che sicuramente si potrà valutare sarà il comportamento “medio” degli italiani.

Sembra che nella scelta di un prodotto o di un servizio, per gli italiani il prezzo sia ancora un fattore decisivo.

Il 50% degli utenti, infatti, prima di acquistare si occupa di effettuare una comparazione dei prezzi e non decide quasi mai di impulso. 

Inoltre, si potrebbe anche stilare un identikit del consumatore medio, quello che preferisce fare acquisti online invece che recarsi in negozio.

Questo profilo è stato individuato, e comprende sicuramente una persona che abita al Nord, di età media (non giovanissima ma neppure over 65), che ha un lavoro e che, quindi, utilizza soprattutto la pausa pranzo per poter effettuare i suoi acquisti su internet, in modo particolare dalle 12 alle 15.

Inoltre, sembra che il giorno preferito per acquistare sia il lunedì, mentre i giorni nei quali gli e-commerce sono meno frequentati sono la domenica e, su tutti, il sabato.

Le Regioni nelle quali si acquista di più online sono tre: Lombardia, Lazio e Piemonte, anche se con il problema del Coronavirus probabilmente questi dati sono destinati ad uniformarsi maggiormente.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta