BabeleCase 2.0, vivere la casa tra smartworking e lavoro agile

Gli ambienti devono essere ripensati ma senza stravolgere completamente tutto.

Vuoi migliorare il comfort e l’efficienza della tua casa ma non sai da dove cominciare? Ecco qualche idea che ti permetterà di avere spazi arredati ad hoc in base alle tue esigenze. Ho chiesto consiglio ad habitium.it, e-commerce specializzato in materiali e arredi per la casa  che conta diversi shop in Europa e che ha da poco fatto il suo ingresso anche in Italia. 

Interpellati, molto gentilmente mi ha spiegato come e cosa fare per rendere la casa ancora più comoda e funzionale in base anche alle nuove esigenze di chi ha iniziato a lavorare in smartworking, non è solo questione di mobili.

Ecco i consigli per chi lavora da casa

Negli ultimi mesi, sempre più lavoratori hanno fatto ricorso allo smartworking. Si tratta di una modalità di lavoro molto utile in caso di necessità, com’è capitato quest’anno, ma anche di un nuovo modo di concepire il proprio tempo lavorativo e soprattutto i propri spazi. 

Chi ha provato lo smartworking, sostanzialmente è rimasto soddisfatto (sia le aziende che i lavoratori) ed il trend è in crescita.

La casa quindi diventa non solo lo spazio familiare dove vivere la quotidianità, ma anche il luogo in cui svolgere la propria attività lavorativa in remoto. Se una casa è confortevole per trascorrere delle giornate in relax, non è detto lo sia anche per lavorarci in modo continuativo. 

Gli ambienti devono essere ripensati anche in virtù di questa nuova necessità, ma ripensati non significa che dobbiamo stravolgere completamente tutto, al contrario, bastano alcuni accorgimenti e una piccola spesa per creare un ambiente lavorativo pratico, funzionale e comodo.

#1. Parola d’ordine: postura corretta

La prima cosa che ci si deve assicurare quando si lavora al PC da casa è quella di avere una postura adeguata. Il suggerimento dei professionisti è quello di utilizzare una scrivania e una sedia ergonomica. Se ne trovano di diverse tipologie, ma poiché la casa non è un ufficio, dobbiamo cercare di mantenere un buon equilibrio tra spazio abitativo e spazio lavorativo. 

Una scrivania compatta, ma della giusta altezza, e una sedia con seduta e schienale ergonomici sono più che sufficienti per garantire alla nostra schiena tutto quello che serve per mantenere la corretta posizione. Un suggerimento ulteriore è quello di utilizzare un piccolo poggiapiedi che aiuta a mantenere la postura.

#2. Anche l’occhio vuole la sua parte

No, non stiamo parlando solamente dell’estetica, in questo caso stiamo parlando soprattutto dell’illuminazione. Non tutti hanno la fortuna di avere una casa ben esposta e luminosa, quindi è necessario provvedere con l’illuminazione artificiale. 

Invece di un’unica lampada da tavolo, si possono sistemare diversi punti luci che favoriscono non solo una corretta illuminazione, ma anche un ambiente più rilassante a seconda della regolazione e dell’intensità. 

Un’unica raccomandazione: evitate le luci dirette sullo schermo, che creerebbero fastidiosi riflessi, e sugli occhi. Le luci devono essere posizionate in modo che illuminino senza dare fastidio. Basterà fare qualche prova fino a trovare la posizione perfetta.

#3. Aria di casa mia ( Attenzione agli ambienti )

Queste sono le note di una vecchia canzone, ma ci ricordano che anche l’aria di casa, quando si lavora per lunghe ore, è importante. 

Di solito non ci pensiamo più di tanto perché le esigenze di un’abitazione sono, ovviamente, diverse da quelle degli uffici, tuttavia, se si lavora in remoto, è buona prassi rendere l’ambiente confortevole anche sotto questo aspetto

Innanzitutto la temperatura deve essere gradevole. In estate possiamo organizzarci con dei climatizzatori o, se non piace l’aria condizionata, con dei ventilatori da soffitto che non occupano spazio e non ingombrano. 

Per l’inverno i classici radiatori da muro permettono di riscaldare in modo uniforme tutta la casa, incluso lo spazio di lavoro. 

Infine qualche altro consiglio veloce: bisogna arieggiare spesso la stanza dove si lavora, basta qualche minuto, e potete anche sistemare qualche piantina che regalerà ossigeno durante la giornata e una piacevole nota green.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter