il Cronicario di CrusoeLa società illiquida

La ricchezza italiana "intrappolata" nel mattone

Siamo, noi italiani, quel tipo di società che ama ciò che è immobile perché, filosofi senza saperlo, associamo questa caratteristica all’Eterno che vorremmo possedere. Ma poiché lo Spirito è fuori moda da quando impera la Materia, siamo diventati, noi italiani, quel tipo di società che ama l’immobiliare perché, economisti senza saperlo, associamo questa caratteristica al bene maggiormente durevole, e quindi profittevole, di cui vorremmo essere proprietari, meglio se pluri. Sicché, nel tempo, che s’incarica di reificare i nostri desideri sempre diversamente dalle nostre attese, abbiamo realizzato la società che meglio ci rappresenta: immobiliare e quindi immobile, visto che il mattone quasi mai mantiene le sue promesse. Col risultato che la nostra ricchezza vi è imprigionata dentro, come nell’ambra. La Società Illiquida.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta