Blog di

Alessandra di Canossa

Milano, per i maleducati del parcheggio arriva la gogna adesiva

Blog post del 15/06/2012
Parole chiave: 

Macchine in doppia fila con le carreggiate che diventano strette come dei vicoli in un centro storico medioevale? Parcheggiate sul marciapiede per ore con un cartello “sono in pizzeria, torno subito”? Distese di macchine dove in teoria dovete passare con il passeggino di vostro figlio camminando sui muri manco foste Keanu Reeves in Matrix? Macchine parcheggiate in maniera selvaggia in posti talmente risicati che non ci starebbe neanche una Smart dopo essere passata dallo sfasciacarrozze?

Ebbene, selvaggi dell'asfalto, sarete puniti!

No, non stiamo parlando di ruote bucate, righe sulle portiere con scritte a dir poco fantasiose o bigliettini scritti a mano dai passanti in cui si esaltano le vostre qualità di buon cittadino a suon di insulti! È un modo molto più soft! Un'iniziativa di un gruppo di trentenni milanesi che si fanno chiamare “Lambs or lions” che hanno messo a punto un adesivo da attaccare sulle portiere dei selvaggi trasgressori della legge del “buon parcheggio”!

Se vi trovate un bell'adesivo giallo sulla portiera che vi segnala in modo educato e very polite che forse avreste dovuto mettere il vostro mezzo da qualche altra parte con la scritta “Guardatemi!!! Ho parcheggiato dove mi pareva alla faccia vostra!!!”, non abbiate paura e leggete! Dopo aver letto, potete tentare di strapparlo e, come un adesivo simpatico, ve ne apparirà un altro dietro che vi spiega che siete dei selvaggi.
“Questa iniziativa nasce in risposta non solo alla maleducazione di troppi degli automobilisti che circolano per Milano, ma anche alla scomparsa dalle strade degli agenti della polizia municipale”.

Quindi, cari auto-selvaggi, dimenticatevi di fare come Lapo con la sua Jeep camouflage, o come Fabrizio Corona con il suo Suv nero che predilige il parcheggio su marciapiede perché la carreggiata non è abbastanza V.I.P.… per voi non ci sarà scampo, adesso dovrete parcheggiare decentemente se non volete che la vostra macchina diventi una lavagna piena di Post-it!

È un metodo un po’ troppo British per noi italiani, ma speriamo che serva a ingentilire i nostri usi e costumi da barbari post-moderni auto-muniti!

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Anonimo
Ven, 15/06/2012 - 13:37
Io vedo più utile questo metodo qui, in Italia! http://www.youtube.com/watch?v=FQ-8xj8CUZw
SHARE
Ritratto di jamesnach
Ven, 15/06/2012 - 13:52
jamesnach
@Anonimo Speriamo Pisapia prenda nota. Ma magari adesso spunta Masseroli a sproloquiare sui "divieti di sosta liberticidi"...
SHARE
Ritratto di Eraser
Ven, 15/06/2012 - 15:52
Eraser
Meglio un una Mazzatta Spaccapietre...!!!
SHARE
Ritratto di Roberto Parenti
Ven, 15/06/2012 - 18:00
Roberto Parenti
Ottimo, bisognerebbe studiralo anche per chi non pulisce dove sporcano i cani.
SHARE
Ritratto di luca6984
Lun, 18/06/2012 - 12:40
luca6984
gli adesivi rovinano le macchine, pessima idea. Mi sembra più una trovata per vendere adesivi che una idea rivoluzionaria.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precari della scuola, l’Italia condannata dalla Corte di giustizia Ue

La sentenza della Corte europea viene dopo i ricorsi del sindacato che richiamavano le norme europee contro l’abuso dei contratti a termine nel pubblico impiego

Ridere con Truth Facts, i fatti veri più veri del vero

Sono vignette che rappresentano situazioni proverbiali, verità note a tutti ma mai diffuse
SHARE

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des

Messico: altri 31 studenti rapiti da uomini armati

Dopo l’uccisione dei 43 studenti di Iguala, lo stesso accade al villaggio vicino di Cocula