Repubblica per il Colle spinge i suoi editorialisti

Zagrebelsky e Rodotà campeggiano un po' ovunque negli articoli del quotidiano di Mauro

Di riffa o di raffa sono sempre loro i candidati che i lettori di Repubblica si trovano negli articoli: Stefano Rodotà e Gustavo Zagrebelsky. Nulla di male, certo, ma pure nell’ultimo articolo sul quotidiano on line i nomi che girano sono sempre quelli: Zagrebelsky e Rodotà. Poi si parla pure di una donna, ma il nome di Emma Bonino compare solo nel testo. Per il resto, restano sempre loro: Zagrebelsky e Rodotà. Sembra quasi che la testata fondata da Eugenio Scalfari tifi più per le sue firme che per Romano Prodi.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta